Condividi la notizia

CARCERE ROVIGO

Sarà una nuova struttura specializzata della sanità penitenziaria

Lunedì 15 aprile la casa circondariale del capoluogo polesano diventa la prima del Veneto a fornire trattamenti fisiatrici per patologie ortopediche ai detenuti 

0
Succede a:

ROVIGO - Il nuovo carcere di Rovigo ospiterà la prima sezione di assistenza riabilitativa per i detenuti degli istituti penitenziari del Veneto che necessitano di trattamenti fisiatrici per patologie ortopediche.

Lunedì 15 aprile l’Assessore Regionale alla Sanità e al Sociale Manuela Lanzarin e il Sottosegretario di Stato per la Giustizia Jacopo Morrone, insieme al Capo del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria Pres. Francesco Basentini, al Provveditore Regionale Enrico Sbriglia e ai vertici della Regione del Veneto, inaugureranno alle ore 14.30 la nuova sezione di assistenza intensiva - Sai all'interno del complesso penitenziario, che sorge a poca distanza dalla cittadella sanitaria.

La sezione, nella quale presteranno servizio un medico fisiatra e due fisioterapisti del servizio sanitario regionale, è attrezzata per accogliere detenuti con patologie ortopediche e per fornire cure fisiatriche e riabilitative ambulatoriali  fino a 15 utenti al giorno.

La nuova struttura specializzata della sanità penitenziaria regionale consentirà di rispondere in modo appropriato ai bisogni di riabilitazione fisiatrica degli oltre duemila detenuti nei nove istituti penitenziari del Veneto, evitando i disagi e i costi delle traduzioni delle persone recluse presso strutture ambulatoriali esterne al carcere, con effetti positivi anche sulle liste di attesa dei cittadini veneti.

 

Articolo di Sabato 13 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it