Condividi la notizia

SPORT ADRIA (ROVIGO)

L’irrisolto problema dello sfalcio dell’erba: prima lo facevano le società sportive 

Problematica dello sfalcio dell’erba delle frazioni e dei paesi, il sindaco Barbierato: “Stiamo lavorando per dipanare la problematica”

0
Succede a:

ADRIA (RO) - “Deve essere chiaro che l’attività di sfalcio dell’erba che le associazioni calcistiche svolgevano durante la precedente amministrazione è stata ritenuta non più applicabile dal Commissario prefettizio durante i suoi mesi di governo in città”. Sono le parole del sindaco Omar Barbierato che chiarisce come tale posizione non sia da attribuire ad una volontà politica, ma dal dettato dalla normativa vigente. Contributi alla società sportive per il mantenimento degli impianti che era una certezza con le precedenti amministrazioni, in cambio chi gestiva gli stessi era chiamato a tenere in ordine il paese o la frazione. Stiamo parlando di piccole realtà che, con buon volontà, e per qualche spicciolo, si davano da fare per la comunità. E’ chiaro che non stiamo parlando di cifre iperboliche, ma di qualche migliaio di euro a società. 

”Nel momento in cui siamo entrati come nuovo gruppo di governo-spiega Barbierato- abbiamo analizzato l’istruttoria dell’assegnazione dei lavori di taglio dell’erba con il segretario comunale, il quale ha confermato le decisioni del Commissario. Da quel momento ci siamo attivati per trovare delle soluzioni in merito, attraverso il dialogo con i dirigenti dei sodalizi, e nel contempo abbiamo presentato degli interventi a sostegno del mondo sportivo, dopo l’approvazione del bilancio di previsione”.

“Tra le proposte a favore delle associazioni - spiega l’assessore allo sport Marco Tosato - la possibilità per i dirigenti di tutte le società,  di poter accedere ai corsi per l’utilizzo dei defibrillatori senza dover sborsare un euro, grazie al lavoro di rete di questo Comune. Parliamo di corsi formativi previsti dalla normativa vigente che hanno un costo importante. Altro passo  quello di aver portato a 15.000 euro le risorse economiche destinate alle associazioni. Risorse, già inserite nel capitolo per il sostegno allo sport, quando, a parità di bilancio degli anni scorsi la quota era sempre stata fissata ai soli 5.000 euro.”

“Abbiamo inoltre già provveduto ad avviare il censimento energetico degli impianti sportivi al fine di rilevare le priorità di intervento straordinario che gli impianti sportivi comunali necessitano per consentire un importante risparmio alle casse delle associazioni - conclude l’assessore Tosato”.

Articolo di Lunedì 15 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it