Condividi la notizia

SOCIALE LENDINARA (ROVIGO)

Federico Amal traccia il bilancio sociale

L’assessore ha fatto il punto di fine mandato che lo ha visto promuovere nelle varie forme i servizi alla persona e le progettualità inclusive rivolte alla terza età

0
Succede a:

LENDINARA (RO) –  Federico Amal vicesindaco di Lendinara, con delega ai Finanziamenti regionali e comunitari, alle Politiche sociali e Giovanili e per la Famiglia, la Casa, i Servizi demografici e il Tempo libero ha fatto il consuntivo del suo mandato al termine dei cinque anni. “Sono stati attivati molti progetti e ristrutturato i servizi in risposta alle molteplici richieste dei cittadini, in particolar modo nella fascia più debole della popolazione” ha dichiarato l’assessore

L’atto più importante – ha detto Amal - è stato di assumere l’incarico di comune capofila del Distretto numero 1 dell’Ulss 5 Polesana, per la gestione dei fondi del reddito d’inclusione che si sta trasformando nel reddito di cittadinanza, grazie ai quali sono state potenziate tutte le figure a sostegno delle azioni a contrasto della povertà, incrementando la presenza delle assistenti sociali sul territorio. Quest’azione, quantificata in circa 200.000 euro per il biennio 2017/2018, ha permesso il coordinamento di 4 punti di accesso (hub) nel territorio medio-alto polesano, costituendo due equipe multidisciplinari per la formulazione dei progetti personalizzati indirizzati alle famiglie beneficiarie del contributo erogato dall’Inps”. 

Il merito dell’Amministrazione, rivendicato da Amal, è stato di incaricarsi dello sviluppo di un’azione così importante, nata dalla volontà di condividere con le amministrazioni limitrofe una struttura centrale per i comuni dell’area medio - alta Polesana, in un’ottica di sinergia “ampia” che ha promosso, di fatto, una politica delle convenzioni compartecipate.

Al termine del 2018, inoltre, il Comune di Lendinara, ha ricevuto un nuovo finanziamento di circa 700.000 euro che servirà a potenziare ulteriormente il servizio a sostegno delle famiglie in difficoltà e per attivare nel territorio di competenza circa 50 borse per progetti di inserimento lavorativo.

Sono continuate, altresì, tutte le forme di sostegno alla persona già iniziate promuovendo progetti legati al Fondo straordinario di solidarietà della fondazione Cariparo che, in collaborazione con il Consvipo e la Regione Veneto, coinvolge circa 30 persone in borse-lavoro o lavori di pubblica utilità, quali la manutenzione del verde e la sorveglianza dei plessi scolastici.  

“In questi cinque anni, l’Amministrazione coordinata dal sindaco Luigi Viaro, ha promosso le progettualità inclusive rivolte soprattutto alla terza età valorizzando i mini alloggi per anziani che hanno incontrato generale apprezzamento, con attenzione ai servizi a supporto dell’abitare e a tutte le richieste di alloggi in regime emergenziale, risolvendo casi familiari che avrebbero rischiato una sostanziale frammentazione dovuta a sfratti o sgomberi”. 

In definitiva, l’appello di Amal condiviso con il sindaco Luigi Viaro è di continuare, agli elettori piacendo, la strada intrapresa affinché Lendinara sia sempre più un laboratorio di buone prassi a contrastare l’assistenzialismo dei contributi a pioggia valorizzando, piuttosto, le forme già consolidate di un “welfare generativo” in cui la persona mantiene la propria dignità e il proprio impegno nella e per la comunità.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Martedì 16 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it