Condividi la notizia

INQUINAMENTO FIUME PO PROVINCIA ROVIGO

Pfas, nessun allarme sull’acqua del rubinetto

Acquevenete tranquillizza gli utenti annunciando che i filtri esistevano già e quindi la sostanza non è mai entrata in circolo

0
Succede a:

ROVIGO - Pfas, nessun allarme e nessuna necessità di acquistare acqua in bottiglia. L’allarme era stato lanciato martedì 16 aprile dalla Regione Veneto che aveva diffuso un comunicato i nuovi rilevamenti (LEGGI ARTICOLO), Acquevenete poi ha annunciato di aver fatto scattare le contromisure dopo il rilevamento nell’acqua del fiume Po di un composto chimico classificato come “inquinante emergente”, analoga alle perfluoroalchiliche (Pfas) di cui non si conoscono gli effetti sulla salute umana (LEGGI ARTICOLO). 


L’evento aveva fatto preoccupare più di qualcuno che, allarmato, si era chiesto se l’acqua che usciva dal rubinetto fosse dunque potabile. Acquevenete ha risposto affermativamente dichiarando che non vi è nessun rischio per la salute. “Si tratta di una sostanza che non è a norma di legge - hanno spiegato dall’ufficio stampa della ditta che gestisce il servizio idrico - questi sono inquinanti non ancora identificati e quindi si applica il principio di precauzione: non sappiamo se fanno male ma nel dubbio non vogliamo correre rischi”. 

In realtà, le centrali che pescano dal Po erano già attrezzate con i filtri già negli anni ’80 a seguito del caso di inquinamento da atrazina per cui, già allora si era corsi ai ripari. “Ora che è emersa questa sostanza vengono cambiati con una frequenza ancora maggiore - si conferma da Acquevenete - non sono stati fatti adeguamenti di sorta”.  
 

Per quanto riguarda il percorso tracciato dal presidente di Ato Polesine, Leonardo Raito che prospettava di dismettere le centrali sul Po e cambiare le fonti di approvvigionamento con interconnessioni con le centrali sull’Adige e, per la zona del Basso Polesine, con l’acqua pedemontana proveniente da Camazzole, si tratta di una strada lunga che richiederà sicuramente molto tempo. 

Articolo di Mercoledì 17 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it