Condividi la notizia

IL FESTIVAL LETTERARIO DI ROVIGO

Il coraggio di Rovigoracconta  

Dal 3 al 5 maggio torna la kermesse che porterà le novità della letteratura e della musica. Ad aprire le danze Michele Serra, a chiuderle Stefano Benni. Nel mezzo Paolo Ruiz, Nina Zilli, Giancarlo Marinelli, Guido Catalano, Filippo Solibello e tantissimi

0
Succede a:

ROVIGO - Torna dal 3 al 5 maggio Rovigoracconta, il festival organizzato dall’associazione Liquirizia e fondato da Sara Bacchiega e Mattia Signorini.

Titolo della sesta edizione è “Siate coraggiosi”: un invito a costruire nuove visioni, a valutare attraverso più angolazioni le difficoltà che la vita ci pone davanti, a prendere le battute d’arresto e trasformarle in occasioni di riscatto, a riconoscere le differenze come elementi fondativi della nostra identità. 

Tre giornate in cui oltre 100 ospiti per più di 70 eventi dialogano con la comunità attraverso incontri, letture, spettacoli, e momenti di approfondimento indagando le dinamiche, le controversie, le energie, le prospettive del contemporaneo, con un linguaggio sempre accessibile al pubblico intergenerazionale che è la vera anima del Festival. Previsto anche un ricco weekend di eventi con una programmazione speciale dedicata ai più piccoli.

Alla presentazione che si è tenuta in Gran Guardia mercoledì 17 aprile, ha portato il suo contributo l’assessore regionale alla Cultura, Cristiano Corazzari “Rovigoracconta è una realtà che arricchisce in maniera indiscussa l’offerta culturale di tutta la nostra Regione - ha detto - Un progetto culturale e territoriale condiviso. Ha anche il pregio di essere strumento di promozione nei confronti delle future generazioni che prepara a guardare alla cultura con uno sguardo contemporaneo e creativo”. Mentre Ivan Dall’Ara, presidente della Provincia Rovigo, ha spiegato che la Provincia di Rovigo aderisce al festival culturale Rovigoracconta 2019 mediante il patrocinio e la collaborazione mettendo a disposizione dei propri spazi.

Presenti anche Virgilio Santato, presidente della Fondazione per lo Sviluppo del Polesine e, a fare le veci del presidente della Cariparo Gilberto Muraro, il consigliere Fausto Merchiori.  

“Questa edizione prova ad accendere una luce sul coraggio di volare oltre gli steccati della vita quotidiana e della società in cui viviamo - hanno detto i fondatori di Rovigoracconta Sara Bacchiega e Mattia Signorini - Rovigoracconta 2019 è ‘Siate coraggiosi’, l’invito a trovare nelle differenze tra le persone una risorsa e l’augurio perché ognuno diventi la chiave di un cambiamento. Non importa chi siamo, da dove veniamo. Possiamo sempre fare la differenza”.

Come sempre saranno presenti grandi nomi come Michele Serra cui spetterà il compito di aprire Rovigoracconta alle 19 in piazza Vittorio Emanuele II mentre il secondo incontro si svolgerà sempre lì alle 20.30 con Gianrico Carofiglio che presenterà La versione di Fenoglio (Einaudi), un dialogo meditativo tra due personaggi autentici, in grado di dipanare un intreccio di situazioni con raffinatezza e ironia.

A chiudere la prima giornata del festival sarà il concerto di Nada alle 22 in piazza Vittorio Emanuele II. 

IL 4 MAGGIO
Gli appuntamenti letterari di sabato 4 maggio si apriranno alle 11 in Accademia dei Concordi con Cristina Dell’Acqua, che nel suo Una spa per l’anima (Mondadori) guida il lettore attraverso le pagine più belle di autori greci e latini che si sono dimostrati maestri di benessere interiore. 

Alle 11, in Sala Confagricoltura, Evita Greco presenterà La luce che resta (Garzanti), un romanzo sull'essere madre e sul sentirsi figli, e dove il concetto di famiglia si allarga per racchiudere tutto l'amore possibile.

In Pescheria Nuova alle 11.30 si terrà l’incontro con Paolo Soffientini, ricercatore Ifom – istituto di Oncologia Molecolare, che in Cent’anni da leoni. Manuale per vivere a lungo senza rinunce (Mondadori) svela le regole da seguire per vivere in modo sano senza tuttavia rinunciare alla socialità e ai piaceri della vita. 

In piazza Garibaldi alle 12 arriverà Angelo Duro con il suo primo romanzo, Il piano B (Mondadori). Noto per il suo carattere cinico e controverso sin dai tempi de Le Iene, Duro è in tour dal 2018 nei migliori teatri italiani con lo spettacolo comico e pungente Perché mi stai guardando?

Ilaria Gaspari sarà protagonista dell’appuntamento Lezioni di felicità alle 15.30 in l’Accademia dei Concordi. L’autrice condurrà un esperimento esistenziale attraverso la cronaca di sei settimane “filosofiche”, ciascuna vissuta nel rispetto dei precetti di una diversa scuola.

Alle 15.30 palazzo Cezza ospiterà Alberto Schiavone che nel suo ultimo romanzo Dolcissima abitudine (Guanda) racconta la vita di una prostituta e attraverso le sue vicende ripercorre la storia d’Italia dagli anni Cinquanta a oggi, narrando con stile asciutto e realista l’intero Novecento.

Frankie Hi-Nrg Mc, considerato uno dei pionieri dell’hip-hop italiano, presenterà - alle 16 presso il Corsopolitan - Faccio la mia cosa (Mondadori), un’autobiografia che alterna le tappe fondamentali della sua vita a quelle cruciali dell’hip hop.

Alle 16 piazza Vittorio Emanuele si animerà con BoRoFra, una performance di percussioni e danze africane guidata da Alseny Bangoura, artista guineiano. BoRoFra è un progetto che nasce nel centro di accoglienza Porto Alegre e coinvolge le strade e le piazze.

Nella sala conferenze ex Roccati si svolgerà alle 16 la presentazione del libro Lamiere. Storie di uno slum di Nairobi (Feltrinelli Comics). Gli autori, Giorgio Fontana, Danilo Deninotti e Lucio Ruvidotti, si sono uniti a una missione umanitaria dell’ong attiva a Deep Sea, tra i più poveri slum di Nairobi.

Massimo Coppola incontrerà i suoi lettori alle 16.30 nella sala Confagricoltura. Il suo ultimo romanzo, Un piccolo buio (Bompiani) deve il proprio il titolo alla paura di vivere che attraversa il nostro tempo e può inghiottire tutto se non si fa un bilancio sul passato prima di costruire il futuro.

Alle 16.30 all’Osteria Ai Trani torna Simone Tempia con i suoi indimenticabili dialoghi surreali, agrodolci e profondi, basati sulla sua vita con Lloyd, il maggiordomo immaginario. Un anno con Lloyd (Rizzoli Lizard) regala ai lettori una quotidiana pillola di ironica saggezza.

L’Accademia dei Concordi alle 17 farà da cornice all’incontro La meraviglia dell’ultimo amore con Gabriele Romagnoli. Nel suo romanzo Senza fine. La meraviglia dell’ultimo amore (Feltrinelli) l’autore si concentra sulla caratteristica che tutti gli ultimi amori hanno in comune: la consapevolezza di aver trovato nell’altro la certezza di quello che si è.

Sempre alle 17, in Pescheria Nuova, Giacomo Papi presenterà Il censimento dei radical chic (Feltrinelli) in cui, in un’Italia simile a quella attuale, il governo mette alla gogna gli intellettuali, radical chic colpevoli di infierire sugli onesti cittadini con paroloni incomprensibili. 

Perché siamo banali è il titolo dell’appuntamento che si terrà al Teatro Duomo alle 17 Stefano Bartezzaghi, l’enigmista più famoso d’Italia, ritorna con Banalità, luoghi comuni, social network e semiotica (Bompiani). Con le armi della semiotica, l’autore si interroga sull’ossessione contemporanea, alimentata dai social network, per l’originalità ad ogni costo. 

Filippo Ceccarelli sarà protagonista dell’appuntamento delle 17 in piazza Garibaldi, in cui presenterà Invano. Il potere in Italia da De Gasperi a questi qua (Feltrinelli). Il volume si inabissa nelle pieghe di una storia cominciata con il Dopoguerra e in un Paese senza memoria.

Nella piazza Annonaria alle 17.30 si potrà assistere alla lectio di Paolo Rumiz dal titolo Il filo infinito. Il volume omonimo (Feltrinelli) è un viaggio attraverso l’Europa dei monasteri, alla riscoperta dei nostri valori fondanti. 

Alle 17.30 all’Osteria dei Trani Maria Antonietta, pseudonimo della cantautrice Letizia Cesarini, presenterà il suo romanzo d’esordio, Sette ragazze imperdonabili (Rizzoli), un omaggio alle donne che hanno scelto di non conformarsi e non compiacere le aspettative degli altri. 

Nata per te (Einaudi), la storia dell’adozione che ha commosso l’Italia, arriva a Rovigoracconta alle 17.30 nella sala Confagricoltura. Luca Trapanese e Luca Mercadante si fanno testimoni di una splendida vicenda di amore e coraggio che va oltre le differenze. 

Matthieu Mantanus, autore di Rossini! (Feltrinelli kids), incontrerà i suoi lettori alle 18, seduto al pianoforte dell’Auditorium del Conservatorio. Il volume, illustrato dal fumettista Alessandro Baronciani, presenta il compositore attraverso una storia ambientata ai giorni nostri.

Khaled Kalifa incontrerà il pubblico di Rovigoracconta alle 18.30 nella sala consiliare della Provincia. In Morire è un mestiere difficile (Bompiani) narra il viaggio surreale di tre fratelli, un ritratto senza sconti di un Paese in cui la violenza è pane quotidiano.

L’incontro Piccoli gesti per salvare il mondo, che si terrà alle 18.30 nella piazza Annonaria, vedrà protagonista Filippo Solibello, che debutta con Spam. Stop plastica a mare (Mondadori). Il sottotitolo è 30 piccoli gesti per salvare il mondo dalla plastica: trenta giorni, trenta post-it corrispondenti ad altrettanti gesti quotidiani in grado di cambiare le sorti del nostro pianeta.

Il Corsopolitan ospiterà alle 18.30 l’incontro A panda piace, con Giacomo Bevilacqua. Panda compie dieci anni e per festeggiare Giacomo Bevilacqua, uno dei più importanti talenti del fumetto italiano, ha confezionato A panda piace. Questo nuovo libro qui (Feltrinelli Comics). 

Alle 18.30 in piazza Garibaldi si riunirà la famiglia più amata del web: The Pozzolis Family. L’amore si moltiplica. Tutto quello che ho imparato diventando mamma e non ti ho mai detto (Mondadori) è la risposta di Alice alla notizia che la sua migliore amica aspetta un bambino.

Tornerà l’attesa Notte di Rovigoracconta con lo spettacolo Tu che non sei romantica di Guido Catalano, alle 20.30, in piazza Vittorio Emanuele II. Poeta e performer, presenza fissa a Caterpillar su Rai Radio 2, curatore della posta del cuore della rivista Linus e autore di sei libri di poesie editi da Miraggi Edizioni, Guido Catalano trasforma il suo ultimo romanzo edito da Rizzoli in un reading esplosivo. 

A partire dalle 22, sempre nell’ambito della Notte di Rovigoracconta, la città si animerà grazie alla collaborazione con i migliori locali del centro storico e alla presenza di gruppi musicali. La partnership con Malfy Gin e Carlo Alberto Vermout permetterà di degustare in ogni location cocktail di alto livello a prezzo speciale.

DOMENICA 5 MAGGIO

La giornata di domenica 5 maggio si aprirà alle 11 in Accademia dei Concordi con Francesca Corrado che nel libro Elogio del fallimento (Sperling & Kupfer) educa a una sana cultura del fallimento, non più marchio indelebile, ma punto di partenza per raggiungere il successo.

Palazzo Roncale ospiterà alle 11.30 l’incontro di presentazione di Atlante dei luoghi misteriosi d’Italia (Bompiani). Massimo Polidoro, percorre la Penisola da nord a sud per svelarne i fenomeni in apparenza non scientifici e smantellando i miti nati dalla fantasia popolare, laddove possibile.

Vanna Vinci, autrice di Io sono Maria Callas (Feltrinelli Comics), incontrerà il pubblico del festival alle 11.30 in sala Confagricoltura. Il suo ultimo libro è una biografia a fumetti che fa riflettere sulla potenza dell’arte come riscatto e sul talento come benedizione e condanna.

L’animale che mi porto dentro (Einaudi) è il titolo dell’ultimo romanzo di Francesco Piccolo, che ne parlerà in piazza Garibaldi alle 12. L’opera racconta la formazione di un maschio contemporaneo e di tutte le voci che convivono in lui spesso prendendo il sopravvento.

L’incontro con Jordan Foresi avrà luogo in sala consiliare della Provincia alle 15.30. Foresi, giornalista di SkyTg24 e coautore de I segreti del Cybermondo (De Agostini) con Jack Caravelli, riflette su quanto sia cambiata la nostra vita ai tempi di Internet.

Sempre alle 15.30, in Auditorium del Conservatorio, Davide Mosca parlerà di Breve storia amorosa dei vasi comunicanti (Einaudi) un romanzo d’amore vero e umanissimo, pieno d’ombre e di luce come la vita. 

I creatori del progetto ArTVision+ racconteranno la loro iniziativa in Pescheria Nuova alle 16. ArTVision+ è una piattaforma che mette in contatto artisti e organizzatori di manifestazioni culturali e turistiche per dare valore alle destinazioni meno note al grande pubblico.

ArTVision+ è promosso dalla Regione del Veneto in collaborazione con l’università Cà Foscari di Venezia, nell’ambito del programma europeo Interreg Italia-Croazia 2014-2020.

La sala Confagricoltura alle 16 ospiterà la presentazione dell’ultimo romanzo di Giancarlo Marinelli, Il silenzio di averti accanto (La nave di Teseo): la storia di una famiglia che va di pari passo con quella di un intero paese, dal 1916 a oggi.

Alle 16 a palazzo Cezza Francesca Pieri presenterà Bianca (Dea Planeta), la storia di due amiche unite dal desiderio di essere madri e messe alla prova dal destino. Un romanzo intenso e duro come solo la realtà sa essere, ma anche una profonda indagine dell’amicizia femminile. Michela Marzano sarà protagonista dell’incontro Il coraggio della memoria, che si svolgerà nella sala conferenze ex Roccati alle 16.30. Il suo ultimo libro, Idda (Einaudi), è un romanzo sull’identità e sulla memoria, il ritratto di due donne che trovano l’una nell’altra ciò che avevano perduto.

L’attore e comico Filippo Caccamo racconta alle 16.30 all’Osteria Ai Trani il suo esordio nel mondo della narrativa con il romanzo Vai tranquillo (Mondadori), in cui traccia il ritratto di una generazione in bilico tra problemi e sogni che non vogliono saperne di essere infranti. 

Roberta Scorranese sarà protagonista dell’incontro che si terrà alle 16.30 all’Accademia dei Concordi. In Portami dove sei nata. Un ritorno in Abruzzo, terra di crolli e miracoli (Bompiani) l’autrice tesse una tela che unisce passato e presente affinché il terremoto non cancelli la memoria.

La Pescheria Nuova, alle 17, si farà palcoscenico della performance teatrale I sei cigni, con Flavia Bussolotto prodotta da Tam Teatromusica. Un’unica performer prende possesso di tutti i personaggi della storia dei fratelli Grimm e porta gli spettatori in un paesaggio onirico e di fiaba. Progetto sostenuto dal ministero dei Beni e delle Attività culturali e dalla Regione del Veneto, con la collaborazione di università Ca’ Foscari, Iuav e università degli studi di Padova.

Immagini oniriche di un cantastorie lombardo è il titolo dell’incontro delle 17 a palazzo Roncale. Davide Van De Sfroos nel suo Taccuino d’ombre (La nave di Teseo) disegna una mappa topografica mentale abitata da fantasmi e folletti onirici.

Nina Zilli sarà protagonista dell’appuntamento La città dei sogni, alle 17.30 in piazza Vittorio Emanuele II. La cantautrice italiana è ora autrice e illustratrice di Dream city (Mondadori Electa), un itinerario nella città ideale delle ragazze di oggi, esploratrici curiose e coraggiose.

Tra i dodici finalisti del Premio Strega 2019, Fedeltà (Einaudi) è l’ultima opera di Marco Missiroli, che verrà presentata dall’autore alle 18 in piazza Garibaldi. In una spirale di voci che trasmettono sentimenti vacillanti e desideri sospesi, Missiroli dà forma a un romanzo che riguarda soprattutto la fedeltà verso sé stessi.

Palazzo Roncale alle 18 ospiterà l’incontro I racconti delle donne, con Annalena Benini. Nella sua raccolta pubblicata da Einaudi l’autrice è andata a cercare, fra i racconti più belli della narrativa mondiale, i luoghi in cui le donne dicono chi sono davvero. 

A chiudere la sesta edizione di Rovigoracconta sarà, alle 19 in Piazza Vittorio Emanuele II, un reading di Stefano Benni con Dacia D’Acunto e Giordano Agrusta tratto da Dancing Paradiso (Feltrinelli), il nuovo libro di Stefano Benni – in anteprima nazionale. Dancing Paradiso è un locale di una crudele metropoli dove un angelo custode tenta di far confluire i cinque protagonisti di questa narrazione in versi. 

Domenica 5 maggio ci saranno tre eventi legati al mondo della cecità porteranno il pubblico a intenderla non come barriera o limite, ma come occasione per riscoprire un universo di sensi e opportunità. Dalle 15 alle 18 la sala Celio farà da palcoscenico alla performance sensoriale L’anima del ciliegio curata da Teatro Nexsus con la collaborazione di Leo Club Rovigo e la consulenza di Unione italiana ciechi e ipovedenti di Rovigo: le delicate immagini del libro La distanza tra me e il ciliegio (Rizzoli) di Paola Peretti insegnano che la capacità di vedere non ha tanto a che fare con gli occhi quanto invece con l’anima. Sarà proprio Paola Peretti, alle 17.30 in sala consiliare della Provincia, a presentare il suo romanzo d’esordio: la storia di Mafalda ma anche la storia dell’autrice, che quando ha scoperto di avere una grave malattia agli occhi ha trovato il coraggio di scrivere. Alle 17 in Piazza Garibaldi il pubblico di Fragili e forti incontrerà Daniele Cassioli, campione paralimpico di sci nautico che, cieco sin dalla nascita, detiene tre record del mondo. Nel libro Il vento contro (De Agostini) racconta la sua storia.

Articolo di Mercoledì 17 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it