Condividi la notizia

VIABILITA’ SOSTENIBILE

Alla scoperta del Polesine in bicicletta

Conclusa con successo di partecipazione e di gradimento l’iniziativa Fiab Rovigo Pedalate lente e cordiali edizione primavera 2019

0
Succede a:

ROVIGO - Una proposta ormai consolidata e attesa che Fiab Rovigo propone ai soci dell’associazione ma aperta a chiunque voglia scoprire il Polesine inedito e ricco di tesori. “Lente e cordiali” sono le pedalate Fiab del sabato pomeriggio che dalla fine dell’inverno introducono alla primavera. Si tratta di uscite allegre e in compagnia di qualche ora, con facili percorsi a chilometraggio ogni volta più crescente, sempre diversi, con il comune obiettivo di svelare sempre  qualcosa di nuovo e con un occhio attento alle realtà agricole locali. Le pedalate lente e cordiali, inoltre, sottendono lo scopo dell’associazione che,  con la passione per il movimento lento e l’esigenza di quello ecologico,  invita  ad osservare il territorio, a scoprirlo e ad assaporarlo percorrendo strade a basso traffico e a volte con itinerari poco noti.

In questa edizione primavera 2019, Fiab Rovigo in particolare ha scelto, quale meta di ogni uscita, piccole aziende agricole, realtà poco note ai più ma molto interessanti sotto vari profili.

Il primo appuntamento, il 9 febbraio, ha portato a raggiungere la cittadina di Pontecchio Polesine per visitare le numerose ville rurali che costeggiano questo paese. Una visita prettamente culturale condotta  da Giuseppe Segato, cittadino appassionato della storia del suo paese.

Il 16 febbraio meta della pedalata è stata l’azienda agricola Fattoria Corte Veneziana a Canale di Villadose con il suo bosco biologico ripensato come attività agricola, che accoglie asini, mucche, galline, maiali, che produce latte, yogurt, gelati e formaggi freschi, senza dimenticare gli ottimi insaccati.

Come terza uscita i partecipanti delle lente e cordiali si sono recati  a San Martino di Venezze all’azienda agricola Le Barbarighe specializzata nelle coltivazione biologiche di grani teneri, farro, orzo, segale e avena, grano saraceno e mais. Una visita in una campagna incontaminata dove si è respirata a pieni polmoni l’imminente arrivo della primavera.

Costante l’adesione ad ogni uscita -sempre oltre una ventina i soci presenti- che sono continuate fino a metà aprile. Dopo la pausa del 2 marzo, infatti, gli appuntamenti sono ripresi con una speciale pedalata tutta in ambito urbano e poco oltre. Il 9 marzo, accompagnati dalla  socia FiabCristina Sartorello, fotografa e giornalista, il gruppo si è cimentato in una escursione fotografica per carpire qualche piccolo trucco su come realizzare al meglio le  foto nei diversi contesti in cui ci si può trovare.

E’ stata poi la volta della visita ad altre aziende agricole come il Birrificio 1058 a Canaro il 16 marzo, che ha riservato una speciale  ospitalità e una graditissima degustazione. Ancora, il 23 marzo, le pedalate lente e cordiali si sono spinte fino a  Villanova del Ghebbo alla Corte dei saporie ai suoi salumi. Infine, il 13 aprile, la visita all’azienda biologica Gli orticelli di Giulia ad Adria, ha concluso l’iniziativa riservando ai partecipanti il gusto del pane fatto in casa e i tanti prodotti dell’orto.

Tutte le uscite, oltre che il loro interesse intrinseco, hanno inteso valorizzare il territorio polesano e le sue eccellenze in agricoltura e, allo stesso tempo, promuovere l’uso della bicicletta per la sua capacità di essere leggera e quindi rispettosa dell’ambiente e per quella sua particolare caratteristica di creare socialità. Queste iniziative oltre a far bene a noi e agli altri, raccontano un approccio alla vita, tutto in bici, appunto lenta e cordiale. L'iniziativa verrà proposta anche nel mese di ottobre.

Articolo di Giovedì 18 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it