Condividi la notizia

TRUFFA BERRA (FERRARA)

Un'altra vittima del raggiro del Postamat. “Con quei soldi dovevo pagare il mutuo"

Non solo la provincia di Rovigo, ma anche Ferrara e tutto il territorio nazionale. Nonostante la puntata di Striscia la Notizia continua il raggiro del Postamat 

0

BERRA (FE) - “E’ come se avessero rubato in Chiesa, con quei soldi dovevo pagare il mutuo, il bollo dell’auto, e adesso dovrò chiedere a 43 anni aiuto ai miei genitori”.

E’ un’operaio della provincia di Ferrara, abita a Berra, e mercoledì 17 aprile aveva messo in vendita i cerchi in lega della sua auto su Subito.it. Lo aveva fatto intorno alle 14, dopo circa 30 minuti è arrivata la telefonata. Puntuali come un orologio svizzero i truffatori, camuffano il proprio accento, ma probabilmente sono dell’est Europa.

GUARDA IL SERVIZIO DI STRISCIA

Aveva messo in vendita i cerchi in lega a 280 euro, ma il potenziale acquirente lo ha invitato a recarsi al Postamat, gli ha indicato un codice di 16 cifre dicendogli che era quello del vaglia elettronico, in verità era un ordine di bonifico.

In totale il 43enne si è visto sottrarre 2080 euro. Ma non solo, dopo aver fatto ha ricevuto anche una telefonata di minacce dallo stesso truffatore che gli chiedeva altri soldi. Immediata la denuncia all’Arma dei Carabinieri che su questi tipi di episodi ha diverse segnalazioni. Anche Striscia la Notizia ha dedicato parecchi servizi (LEGGI ARTICOLO), il primo caso è stato portato alla luce dall’avvocato Carlo Barotti del Foro di Rovigo (LEGGI ARTICOLO). Il fenomeno non si riesce ad arginare, i Carabinieri avevano recentemente denunciato due padovani (LEGGI ARTICOLO) ma purtroppo non sono i soli a praticare questo tipo di truffe.

Articolo di Giovedì 18 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it