Condividi la notizia

URBANISTICA TAGLIO DI PO

Sarà un Piano degli interventi partecipato

Si è svolto venerdì 19 aprile a Taglio di Po l’incontro pubblico in cui è stato illustrato dall’assessore Davide Marangoni a professionisti e cittadini lo strumento urbanistico

0
Succede a:

TAGLIO DI PO (RO) - Venerdì 19 aprile nella sala consiliare di Taglio di Po ha avuto luogo un incontro pubblico durante il quale l’assessore all’Urbanistica, Davide Marangoni ha illustrato il percorso che dal Pat, approvato nell’estate del 2017, porterà al primo Piano degli interventi del Comune di Taglio di Po. 

L’iniziativa che ha visto tra i presenti diversi tecnici professionisti, imprenditori, agenzie immobiliari ed alcuni cittadini, è stata molto importante perché ha consentito all’amministrazione comunale di iniziare un percorso di costruzione del piano partecipato e concertato con i vari portatori di interesse che operano sul territorio comunale.

Oggi i piani urbanistici non vengono più costruiti nella stanza dei bottoni e calati dall'alto sulla testa dei cittadini, la nuova filosofia che porteremo avanti da qui in poi è quella di costruire il Piano insieme perché questo strumento non è del sindaco o dell’assessore ma deve essere della collettività” ha affermato l’assessore all’Urbanistica. “Se il Pat ha avuto una gestazione quasi decennale il Piano degli interventi avrà il compito di recuperare quel tempo perso dando risposte il più possibilmente concrete alla cittadinanza o a chiunque voglia investire sul nostro territorio”, continua l’assessore Davide Marangoni affermando “che ora è giunto il momento della concretezza e che questa richiede idee e proposte soprattutto da parte dei vari portatori di interesse del nostro comune”.

L’incontro è poi proseguito con l’intervento da parte dello studio incaricato Tombolan e associati con i tecnici: Raffaele Di Paolo e Ludovico Bertin che hanno illustrato l'evoluzione normativa nel campo della pianificazione territoriale, come la nuova legge sul consumo di suolo, il contributo straordinario e la recente legge denominata “Veneto 2050”, a cui il comune dovrà obbligatoriamente attenersi in fase di redazione del nuovo strumento urbanistico e pertanto tutte le istanze che preverranno da parte dei diversi portatori di interesse saranno opportunamente valutate anche in funzione di queste recenti novità normative.

“L’amministrazione comunale si è posta come obiettivo quello di terminare e adottare il nuovo Piano degli Interventi entro il mese di giugno, in modo da lasciarlo in pubblicazione nel periodo estivo ed arrivare all’approvazione definitiva a settembre” ha concluso Davide Marangoni “è una programmazione piuttosto serrata e, confidando nella più ampia partecipazione dei vari soggetti coinvolti, riteniamo nell'arco dell'anno di poter far già partire qualche iniziativa”.

Articolo di Martedì 23 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it