Condividi la notizia

25 APRILE BADIA POLESINE (ROVIGO)

Tra Liberazione e aquiloni: più di 800 iscritti alla Sagra delle volande

Si conferma il successo della Sagra nazionale degli aquiloni. Sotto l'argine dell'Adige il ritrovo dei partecipanti e famiglie. A volare più alto la creazione del giovane cinese Chen Weijian

0
Succede a:

BADIA POLESINE (Rovigo) - “Inventata” dal compianto storico locale Giovanni Beggio e potenziata da Guido Mora, da ben 59 anni (la prima edizione è del 1960), in località Sperone della Bova è andata in scena “La Festa” badiese per antonomasia: la ‘Sagra delle volande’.  

L’idea fu ispirata dalla lettura di una poesia di Giovanni Pascoli e condivisa col professore Ivan Tardivello e Gino Stefani, segretario della scuola professionale Enzo Bari; piacque incontrando fin da subito il favore di molti che, da allora, si radunano sulle rive dell’Adige in una moltitudine crescente di giovani e adulti per un giorno tornati bambini nel rincorrere accalorati le variopinte “volande” librate in cielo. 

Col tempo, l’appuntamento è divenuto Sagra nazionale degli aquiloni, acquisendo patrocini importanti e regali provenienti anche dall’estero (l’ambasciatore del Giappone, fra tutti, Paese dove originano antiche feste degli aquiloni là denominati “tako” e il cui ideogramma assomiglia a quello di “kaze”, il vento, che per l’aquilone rappresenta l’elemento vivificante). Anche quest’anno, a conferma della popolarità dell’evento e nonostante il tempo incerto, gli iscritti alla gara sono stati 883, dei quali 419 badiesi. 

Sui prati sottostanti l'argine, intere famiglie, gruppi parrocchiali e associazioni, si sono organizzati per trascorrere in letizia la giornata di festa. Naturalmente una competizione non poteva che concludersi con una meritata premiazione, a spuntarla su tutti è stato il giovane cinese Chen Weijian di Castelbaldo che si è aggiudicato il primo premio per l’aquilone che è volato più in alto. A completare il podio sono stati Maria Bruna Ferrari e Massimo Spigolon (non nuovo all’impresa) che hanno preceduto Graziano Berto, Aurora Dacome, Armando Danese, Luca Blachine, Davide Angioni, Marco Avanzi ed Emiliano Ferraresi. 

Un riconoscimento è andato all’iscritto più anziano, Rino Baccaro di 79 anni e a quello più giovane, Davide Cappello di soli 3 mesi. 

Sono stati anche premiati gli aquiloni più belli realizzati da Antonietta Gobbo, prima classificata seguita da Nicolò Berengan, Anita Benigni, Martina Moderato, Camilla Santato e Antonio Guerra. Claudia Valvo di Siracusa è stata la partecipante di provenienza più lontana. Sono stati, inoltre, premiati i gruppi più numerosi in ordine di piazzamento: “La tavola degli ignoranti”, i “Giovani dentro” e il “Gruppo Gigia”. Una menzione speciale è andata anche al gruppo di circa cinquanta camperisti che nella serata precedente ha festeggiato con la Pro loco all’Happy camper. 

Alla fine il presidente della Pro Loco Giuseppe Romani nel ringraziare i tanti amici del direttivo e tutti coloro che si sono adoperati senza risparmio d’energia all’organizzazione ha dichiarato: “È stato un grande gioco di squadra”. Alle parole di plauso si è aggiunto l’assessore regionale Corazzari che ha dichiarato “Sosteniamo con convinzione questa manifestazione che rappresenta l’occasione di ritrovo per la comunità badiese e non solo”.  

Il sindaco Giovanni Rossi da parte sua ha accomunato il valore delle celebrazioni per il 74° Anniversario della Liberazione con lo spirito della festa, in cui l’aquilone assurge a simbolo di anelata libertà dicendo: “Intravedo in questa bella manifestazione popolare il coronamento delle solenni celebrazioni del XXV aprile iniziate stamani serenamente nella sede municipale con la consegna di una borsa di studio di 1.000 euro ai ragazzi delle scuole medie e proseguite solennemente in piazza Vittorio Emanuele II con la resa degli onori ai caduti e delle vittime per la causa della Libertà”.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Venerdì 26 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it