Condividi la notizia

MOTORI

Aria di novità, dal Valpolicella, per Longhin con il polesano Barison

Il pilota di Cavarzere, sulle speciali scaligere, porterà al debutto la nuova Renault Clio Williams gruppo A, recentemente rilevata, per i colori di New Star 3.

0

CAVARZERE (VE) – Fervono i preparativi, in queste ultime giornate, in vista dell'imminente debutto di Luca Longhin, alla guida della nuova compagna di avventura, previsto in occasione della seconda edizione del Rally della Valpolicella.

L'appuntamento in provincia di Verona, in programma per Venerdì 3 e Sabato 4 Maggio, vedrà il pilota di Cavarzere al debutto sulla Renault Clio Williams, in configurazione gruppo A, che è stata recentemente rilevata dallo stesso.

Un salto di qualità importante dopo svariati anni di militanza, conditi da parecchi successi, al volante della Peugeot 106 Rallye di gruppo A.

La francesina da rally, icona immortale per il rallysmo a livello mondiale, è quindi pronta ad essere condotta in gara da Longhin, il quale sarà affiancato dal rodigino Michele Barison, e che potrà avvalersi del supporto tecnico del team Top Rally. Per questo importante debutto il pilota veneziano vestirà nell'occasione i colori della scuderia veronese New Star 3.

“A dire il vero avevo quasi deciso di smettere” – racconta Longhin – “ma, una volta conclusa la stagione 2018, non riuscivo a darmi pace nell'immaginarmi senza una vettura da corsa all'interno della mia officina. Sembrava mi avessero tolto un pezzo del mio cuore, quando ho venduto la Peugeot 106 Rallye, con la quale mi sono tolto parecchie soddisfazioni. Così, quando è nata l'opportunità di rilevare questa Renault Clio Williams, non ho esitato e, grazie al supporto di Stefano Ciresola, patron di Top Rally e che di Clio ne sa più di tutti, abbiamo completato l'operazione. Avrò al mio fianco Michele Barison che, negli ultimi anni, ha corso parecchio con questa vettura e saprà certamente darmi delle indicazioni utili. La Top Rally mi seguirà anche in campo gara e questo, per me, è una garanzia. Non vedo l'ora di iniziare.”

La seconda edizione del Rally della Valpolicella prevederà due giornate di gara, la prima delle quali sarà concentrata unicamente sulla speciale spettacolo “VRC” (1,70 km).

Archiviato il prologo serale del Sabato ci si darà appuntamento, l'indomani, per affrontare altre sei prove, due da ripetere per altrettanti passaggi. Si partirà, nella tarda mattinata, con la “Sant'Anna d'Alfaedo” (14,16 km), la quale sarà seguita dalla “Santa Cristina” (11,29 km) e dalla “San Peretto” (10,62 km).

Nel pomeriggio è prevista seconda tornata, sui tre crono, prima di dirigersi verso la pedana di arrivo collocata nel cuore di Negrar.

“Sarà per noi una gara tutta da scoprire” – sottolinea Longhin – “perchè siamo, almeno io, all'esordio su questa vettura, certamente più performante della Peugeot 106 alla quale ero abituato. Il percorso è molto bello, abbastanza sconnesso. Credo sia ideale per la Clio. Non abbiamo nessuna ambizione di classifica. Grazie a tutti i partners che hanno reso ciò possibile.”

Articolo di Mercoledì 1 Maggio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it