Condividi la notizia

CARABINIERI PADOVA

Presa la banda che fa saltare i bancomat

Avevano probabilmente colpito anche in Polesine poche settimane fa, arrestati due giostrai dopo l’assalto con l’esplosivo a Maserà di Padova

1
Succede a:

BRUGINE (PD) - In manette i “bancomattari”. Ad arrestarli i militari dell’Arma del comando provinciale di Padova e della compagnia di Piove di Sacco. Specializzati in assalti con l’esplosivo ai bancomat, sono sospettati di aver messo a segno negli ultimi mesi colpi a ripetizione in Veneto, e anche in Polesine. La notte di Pasqua, probabilmente avevano trafugato ben 100 mila euro dalle Poste di Porto Viro (LEGGI ARTICOLO), ma avevano presumibilmente colpito anche a Pontecchio Polesine (LEGGI ARTICOLO) e Badia (LEGGI ARTICOLO) . 

Poco prima delle 2 di notte di mercoledì 8 maggio i due giostrai sono stati arrestati poco dopo l’assalto fallito al Postamat di via Giovanni XXIII a Maserà di Padova. Fulminea l’azione dei militari dell’Arma.

Sono stati intercettati a Brugine dopo essere scappati a bordo di una Volvo, una volta fermati dai militari dell’Arma hanno provato a dileguarsi a piedi, ma i Carabinieri li hanno braccati. A bordo dell’auto numerosi attrezzi da scasso 

Per Glodinoro Major, 36enne di Brugine, e Manuel Bonora, 47enne di Conselve si sono spalancate le porte del carcere di Due Palazzi a Padova. L’accusa è di tentato furto aggravato e porto di esplosivi, ma potrebbe aggravarsi.

Articolo di Mercoledì 8 Maggio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it