Condividi la notizia

RUGBY PERONI TOP12

Barion: “Oggi i tifosi sono stati fantastici”

Rovigo è questa. Guido Barion e capitan Matteo Ferro, nemmeno il tempo di godersi la vittoria e testa subito a Calvisano. Le parole di Cioffi e coach Properzi

0
Succede a:

ROVIGO - Due momenti decisivi in cui il pubblico del Battaglini ha dato la carica, il boato che ha sospinto i rossoblù per la prima marcatura pesante, e nella ripresa quando il pack dei Bersaglieri stava sgretolando quello tutto nero poco prima della meta di Majstorovic. Per chi era in campo sembrava una bolgia. 

leggi la cronaca FemiCz Rovigo - Petrarca Padova 18-9
leggi l'articolo su Joe Van Niekerk
leggi l'intervista a Leo Mantelli
leggi le interviste a Zambelli e Favaretto
leggi l'intervista ad Andrea Marcato
leggi le parole di Ferro, Barion, Properzi e Cioffi
leggi l'intervista a Umberto Casellato
leggi l'articolo sulla Rugby Rovigo del '79

Momenti da brividi per il poliziotto Guido Barion che quando vede il Petrarca Padova si esalta “È andato tutto bene, pensiamo già al 18 maggio adesso. La fortuna inizia a girare un po’ anche da noi quest’anno, non abbiamo avuto paura di giocare, abbiamo corso i nostri rischi, ed è andata bene”. 

Dominio in mischia e pubblico che ha dato un mano nel momento del bisogno, un derby da incorniciare  “Ho visto i ragazzi in prima linea esplosivi, i tifosi sono stati fantastici, non hanno mai smesso di cantare e di incitarci, insieme andremo a Calvisano e….”.

Nemmeno il tempo di gioire, un abbraccio con Umberto Casellato dopo il fischio finale di Liperini, poi sotto la doccia a pensare subito all’obiettivo grosso “Penso che ci troveremo davanti un Calvisano a viso aperto, con una touche molto buona, dei cambi ottimi, questa è la loro forza. Noi faremo 80 minuti carichi perché vogliamo conquistare questa finale. So che non dormirò a due tre giorni dalla partita perché giocare a Rovigo non è giocare in una squadra qualsiasi, devi onorare la maglia”.

Euforico capitan Matteo Ferro: “Campo pesante, palla bagnata non era facile però ce l’abbiamo fatta. L’abbiamo vinta con la mischia e i trequarti, è il risultato di tutti quanti, è il lavoro con Kino Properzi. Abbiamo due prime linee e mezzo molto competitive. I giocatori sono buoni, il sistema è valido e il tecnico è competente, il lavoro che facciamo durante la settimana si vede in campo e vinciamo le partite anche grazie a quello”.

Come battere il Calvisano? “Con il nostro bel gioco del rugby. Li abbiamo battuti all’andata, in casa nostra al ritorno di Coppa quindi col rugby li possiamo battere, non sono gli All Blacks, siamo 15 contro 15, in casa loro abbiamo già vinto quest’anno, e sicuramente andremo la a testa alta con due attributi grandi come una casa, e a batterci dal primo all’ultimo minuto.  Abbiamo 50 e 50 di possibilità a testa”. 

Calvisano rievoca brutti ricordi, due finali perse nel 2014 e nel 2017, la prima con tante recriminazioni, la seconda senza scusa.

“Non troviamo alibi, siamo un gruppo che ha fame ha voglia di vincere, lo staff ha voglia di vincere, il presidente ha voglia di vincere e quindi faremo di tutto per vincere. In settimana lavoreremo su qualche dettaglio, in touche siamo migliorati rispetto a settimana scorsa, c’è sicuramente qualcosa da sistemare, ma oggi dal primo all’ultimo minuto ci siamo meritati di andare in finale e io ci ho creduto sin dal primo giorno di questa stagione perché ho visto umiltà e voglia di lavorare di tutti i ragazzi. Anche per Joe Van Niekerk che smette di giocare dobbiamo vincere”.

Lacrime finali anche per Massimo Cioffi, quella di domenica 12 maggio è stata la sua ultima partita al Battaglini visto che entrerà nel gruppo sportivo delle Fiamme Oro “Ne parlavo ieri con Matteo Ferro, sono scoppiato in lacrime perchè quello che ti dà questa città non te lo dà nessun altro, ho preso tutto quello che potevo e cercherò di ricambiare in finale”. A proposito di finale scudetto tutto è focalizzato a sabato 18 maggio “Calvisano non ci spaventa, sappiamo dove voglio rallentarsi e cosa vogliono fare, siamo fiduciosi e da lunedì riprendiamo ad allenarci per l’ultima battaglia”.

Soddisfatto Kino Properzi, una prima linea giovane nel primo tempo, i più esperti nella ripresa “Complimenti ai ragazzi che sono cresciuti, adesso abbiamo una bella mischia con profondità. In touche ogni tanto sbagliamo, ma abbiamo raddrizzato il tiro e siamo riusciti a gestirle al meglio”. In vista del big match contro la squadra di Brunello c’è il giusto rispetto per un avversario che ha vinto la regular season “E’ una squadra forte, cinica, quando molli un attimo ti puniscono. Sono forti davanti, hanno esperienza, è una squadra solida”. 

Giorgio Achilli

 

Articolo di Domenica 12 Maggio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it