Condividi la notizia

VIABILITÀ ARIANO NEL POLESINE

Chiusura del ponte di barche, c’è preoccupazione per il turismo

La candidata sindaco di Ariano Polesine, Luisa Beltrame teme che potrebbero interrompersi i flussi economici a causa di tale disagio

0
Succede a:

ARIANO POLESINE (Rovigo) - “Durante il percorso di ascolto che la lista RinnovAriano sta realizzando con grande impegno su tutto il territorio comunale di Ariano nel Polesine, sono state raccolte negli ultimi giorni le preoccupazioni di diversi operatori economici e dei cittadini che gravitano nei territori interessati dai problemi della viabilità modificata a seguito della chiusura del ponte in barche tra Gorino Veneto e Gorino Ferrarese e della prossima chiusura per riparazione di quello tra Santa Giulia e Gorino Sullam”. A rivelarlo è la candidata sindaco, Luisa Beltrame.

“L’auspicio - spiega - è che i lavori di manutenzione del ponte di Gorino Veneto possano completarsi nei termini previsti in modo da assicurare la viabilità turistica e locale in questa posizione strategica di confine tra Veneto ed Emilia Romagna e tra i due parchi regionali del delta”.

Ma a preoccupare maggiormente la candidata e consigliera provinciale sono invece i possibili disagi che si manifesteranno dopo la chiusura prevista per il ponte tra Santa Giulia e Gorino Sulla (LEGGI ARTICOLO) che rischia di creare l’interruzione di flussi turistici ed economici significativi proprio nel periodo centrale della stagione turistica.
“E’ necessario quindi immaginare soluzioni che puntino almeno a ridurre tali disagi”. Sostengono con convinzione il candidato a sindaco Luisa Beltrame e Sandro Vidali candidato consigliere, operatore turistico di consolidata esperienza proprio nei territori interessati.

“L’incremento dell’interesse per il ciclo turismo che si registra negli ultimi anni - sostiene Vidali - induce a trovare una soluzione transitoria che consenta ai ciclisti di attraversare il Po magari con un battello attrezzato, secondo un modello già collaudato con successo tra Albarella e Porto Levante”.

“È una situazione che coinvolge tutto il territorio del profondo Delta e che deve essere affrontata sommando le energie dei comuni interessati e del Parco del Delta - afferma Luisa Beltrame - la viabilità e la fruibilità del territorio dovrà essere un argomento che dovrà trovare spazio tra le priorità della nuova amministrazione, promuovendo ogni forma di collaborazione tra le amministrazioni del Delta”.

Articolo di Lunedì 13 Maggio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it