Condividi la notizia

RUGBY PERONI TOP12

Partita la prevendita, 300 biglietti subito polverizzati 

Il diluvio non ferma i tifosi della FemiCz Rovigo. Biglietti in vendita da mercoledì 15 maggio per la finale scudetto di Calvisano  

0
Succede a:

ROVIGO - Si prepara l’esodo della speranza. Sotto il diluvio c’è persino chi si è messo davanti al cancello di viale della Costituzione alle 7 e 30 di mattina, un tifoso di Cento (Ferrara). Due i pullman degli Amici di Boara capitanati da Moreno Biscuolo, Andrea Bimbatti mercoledì mattina era in sede Rugby Rovigo per accordarsi per l’acquisto dei biglietti. Due anche le corriere delle Posse Rossoblù, oltre 300 i biglietti venduti nel giro di venti minuti, 1000 quelli a disposizione della società in prima battuta. Se ne serviranno altri la società si renderà disponibile ad accontentare i tifosi. Tra le prime ad acquistare il biglietto anche l’ex senatrice Emanuela Munerato.

leggi l’articolo sull’arbitro della finale
leggi l’articolo sulla prevendita dei biglietti

A consegnarli proprio l’allenatore polesano Massimo Brunello, una sorta di staffetta per evitare quattro ore di strada tra andata e ritorno. Una partita particolare proprio per i tecnico che da giocatore ha vinto due scudetti con la Rugby Rovigo (1988 e 1990), ed uno da coach del Calvisano contro la sua città al Pata Stadium nel 2017.

Un filo conduttore tra la FemiCz Rovigo e Calvisano rappresentato non solo dalle numerose finali scudetto disputate (2014, 2015, 2016 unica vittoria rossoblù, 2017), ma anche da un altro grande ex, ovvero il rodigino Enrico Lucchin. Punto fermo della squadra di Brunello, dopo aver vinto nel 2017, vorrà centrare il bis.

Xv di Casellato che mercoledì 15 maggio si è allenata sotto il diluvio, a pochi giorni dalla finale scudetto in programma sabato 18 alle 17 e 45, c’è poco da preparare, ma si curano unicamente i dettagli. Lavoro concentrato sulle touche, unico tallone d’Achille dei Bersaglieri, unito al lavoro in palestra e in piscina per smaltire le tossine di un doppio derby nel fango e con un freddo inusuale per il periodo.

La squadra gode di ottima salute, e contrariamente alla finale del 2017 ci arriverà senza particolari acciacchi, purtroppo per i rossoblù anche il Calvisano è in gran forma, ma forse è meno abituato a soffrire avendo avuto una semifinale più agevole con il Valorugby.

Dirigerà Mitrea, arbitro poco gradito alla FemiCz Rovigo. Un direttore di gara che non porta bene ai colori rossoblù, basteranno 80 minuti per capire se sarà sfatato anche questo tabù.

 

Articolo di Mercoledì 15 Maggio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it