Condividi la notizia

POLITICHE GIOVANILI

Lusia capofila per il prossimo biennio alla politiche giovanili intercomunali 

Passaggio di consegne tra Federico Amal e Michele Bassani. Il ruolo di coordinamento è passato dal comune di Lendinara (Rovigo) a quello di Lusia 

0
Succede a:

LENDINARA (RO) - Si è svolta la cerimonia di passaggio di consegne tra il Comune di Lendinara ed il Comune di Lusia a seguito del rinnovo del protocollo d’intesa tra le dodici amministrazioni del medio Polesine che dal 2012 formano il Comitato intercomunale delle politiche giovanili.

Il Comitato nasce allo scopo di essere un utile strumento di collaborazione sovra comunale finalizzato alla razionalizzazione delle risorse, all'ottimizzazione dei risultati ed allo scambio di esperienze riconoscendo nel contempo il ruolo e dell’importanza degli operatori pubblici e privati sul versante delle politiche giovanili.

Proprio Lusia è stata designata quale comune capofila per il biennio 2019/2020 dopo due anni di impegno del comune di Lendinara rappresentato dal vice sindaco ed assessore alle Politiche giovanili Federico Amal, il quale ha ringraziato tutti i colleghi amministratori e tutti i soggetti che in questi due anni hanno collaborato alla realizzazione di varie iniziative a sostegno delle nuove generazioni del territorio, come lo sviluppo del Piano regionale in materia di Politiche giovanili, che hanno visto lo sviluppo di Wake Hub e delle nuove professionalità in campo multimediale. 

Anche la collaborazione del Cur di Rovigo per i progetti di monitoraggio, in sinergia con gli Istituti Superiori di Badia Polesine ed alla Cna, hanno sortito un ottimo successo di riscontro in termini di partecipazione e coinvolgimento dei giovani, verificando il polso della situazione della visione del territorio da parte degli studenti e sottolineando la necessità di rafforzare maggiormente il dialogo tra il mondo del lavoro e la scuola.

Grande lavoro si è svolto anche sul territorio, promuovendo e sostenendo la nascita di vari Forum Giovani come quelli di Giacciano con Baruchella e Castelguglielmo e l’affiancamento alla nascita del Comitato Intercomunale delle Politiche Giovanili del Basso Polesine.

Il vice sindaco di Lusia Michele Bassani ha ricevuto il testimone esprimendo grande emozione nel poter trainare gli amministratori in un percorso di coinvolgimento dei giovani dando maggior risalto alla promozione della Cittadinanza Attiva mediante una presenza concreta nei comuni aderenti al Comitato, promuovendone le sue finalità. Anche il progetto “Un amministratore a scuola”, già proposto per alcuni anni, vuole essere uno strumento di stimolo per i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado per incentivare e formare le nuove generazioni all’interesse dell’impegno civico, oltre al proseguimento della collaborazione con il Cur, la Provincia ed il neo nato Comitato del basso Polesine.

Un’attenzione particolare sarà rivolta alla promozione dell’agio e del benessere giovanile mediante iniziative per la prevenzione e contrasto al bullismo ed a ogni forma di discriminazione, realizzando anche cineforum itineranti nei comuni aderenti, oltre al sostegno alle nuove forme di inserimento lavorativo ed imprenditoriale giovanile.

In rappresentanza del Comitato, presenti anche gli assessori e consiglieri comunali di Badia Polesine assessore Stefano Baldo, Villanova del Ghebbo assessore Martina Mosca, San Bellino consigliere Giulia Ranzani, Giacciano con Baruchella consigliere Marzio Bernini, Villamarzana vice sindaco Daniele Menon.

Articolo di Mercoledì 15 Maggio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it