Condividi la notizia

BASKET PROMOZIONE MASCHILE

Ventura: “Sono sicuro che non sbaglieremo gara”

Con il Martellago il Cipriani Rovigo non potrà sbagliare in gara 2. In vista del match di venerdì coach Ventura suona la carica 

0
Succede a:

ROVIGO - “Ci alleniamo anche stasera, perché vogliamo arrivare alla gara decisiva di venerdì consapevoli di non aver lasciato nulla al caso. Ci siamo riguardati la partita di Martellago, abbiamo visto dove ci sono stati errori, non solo tecnici ma anche di gestione della partita, ci siamo guardati, per l’ennesima volta negli occhi e sono sicuro che non sbaglieremo gara”. 

Maurizio Ventura, allenatore del Cipriani Nuovo Basket Rovigo, sa quali corde toccare per lanciare la sfida ai veneziani del Team Martellago Team 78, che nella gara di andata della semifinale dei play off, hanno battuto i rodigini, e arriveranno a Rovigo con tutta  l’intenzione di chiudere i conti e staccare il biglietto per la finale. Ma dovranno fare i conti con le Pantere rossoblù, che, cariche a mille, davanti al pubblico di casa venerdì sera (inizio alle 21.15), vogliono prendersi la rivincita a allungare a gara 3, questa semifinale. A Martellago, il Cipriani Nuovo Basket Rovigo è andato in tilt nel momento più inopportuno, quello finale, quando, invece, in altre gare è stato sempre abile a domare l’avversario. Questa volta non c’è riuscito, per svariati motivi: certamente per il valore dell’avversario, ma anche per calo di concentrazione e attenzione mentale che una squadra esperta come Rovigo, in gare così importanti, non deve avere. 

“Il Martellago, dice Ventura, ha dimostrato qualità ma anche molta furbizia, oltre ad un pizzico di fortuna, che non guasta mai. Noi invece ci siamo innervositi troppo, facendo così il loro gioco, ma le qualità dei miei giocatori le conosco e sono sicuro che venerdì faremo una partita giusta, tosta, di quelle che ci hanno caratterizzato fino ad ora, con tutta la forza mentale per portare questa serie a gara 3. Giochiamo di fronte al pubblico di casa che sono sicuro ci darà una mano, ma tutto dipende da noi. Durante gli allenamenti, ho stimolato al punto giusto i ragazzi e ho visto la giusta rabbia e determinazione che deve venir fuori in gara 2. Dovremo limitare chi nella gara di andata ci ha fatto più male e mi riferisco a Brusò e Neubauer, autori di 21 e 22 punti, ma se giochiamo come siamo capaci, non ho nessun timore a dire che vinceremo noi.”

Articolo di Mercoledì 15 Maggio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it