Condividi la notizia

DONNE DA PALCOSCENICO

"Storie vere di ordinaria mafiosità in Polesine” è una conferenza spettacolo 

Il 22 maggio al Ridotto del Teatro Sociale la conferenza spettacolo a cura di Minimiteatri con Valentina Noce, dell’Ordine degli Avvocati di Rovigo, in qualità di moderatrice assume agli attori di Minimieatri 

0
Succede a:

ROVIGO - "Ma io pensavo che Rovigo fosse un’isola felice…”. Invece non è così: le mafie, qui, prosperano. Nell'ambito della rassegna teatrale “Donne da Palcoscenico” va in scena la conferenza spettacolo "Storie vere di ordinaria mafiosità in Polesine e in Veneto”.

Modera Valentina Noce, Commissione Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Rovigo, intervengono: Enrico Moro, incaricato regionale di Libera per i beni confiscati alle mafie; Francesco Trotta, co-direttore di Cosa Vostra; Giorgia Brandolese.

Minimiteatri ha a lungo cercato il dialogo con associazioni, enti, istituzioni e privati e ha raccolto storie di gente normale, che nella nostra terra vive e lavora, gente che è incappata in organizzazioni mafiose: dal commerciante all’impresario, dalla suora alla ‘madame’, dal poliziotto al politico,da chi aveva un’agenzia di viaggi a chi passeggia nel parco.

Ogni storia è diventata un racconto ad essa ispirato. Attori di Minimiteatri e allievi del laboratorio teatrale La voce, la parola, il corpo, si sono misurati con la difficile interpretazione dello stupore incredulo e della paura. I testi, registrati e presto pubblicati, costituiscono l’ossatura della serata, che, attraverso la partecipazione di esperti e di persone informate dei fatti, alterna dati di attualità, testimonianze e narrazione teatrale.

Fino al 24 maggio, ci sarà la quinta edizione dell’appuntamento stagionale di Donne da Palcoscenico – format teatrale che vede al centro della scena personaggi femminili classici e contemporanei – che animerà anche quest’anno la città di Rovigo nel mese di maggio.

Quest’anno la rassegna, ideata da Letizia Piva e organizzata da Minimiteatri, è dedicata al coraggio delle donne e alla straordinaria figura della cantastorie siciliana Rosa Balistreri.

Minimiteatri è una compagnia teatrale fondata nel 2005 per iniziativa del compianto maestro Gabbris Ferrari a cui è dedicata la rassegna, che risiede e opera sul territorio rodigino costruendo percorsi originali e formativi. Sotto la presidenza di Ruggero Zambon e la direzione artistica di Letizia Piva, Minimiteatri ha prodotto negli anni attività artistiche e spettacoli teatrali, che hanno ottenuto, grazie all’impegno e alla passione, il consenso di pubblico e di critica.

Rosa Balistreri (1927-1990), personaggio cardine della rassegna, è stata una delle protagoniste della riscoperta della musica folk italiana negli anni Sessanta e Settanta. Nata a Licata, denominata ‘la Voce della Sicilia’, iscritta nel “Registro delle Eredità immateriali della Sicilia – Libro delle pratiche espressive e dei repertori orali”, ha alle spalle una vita familiare e di lavoro tormentata e sofferta. Si trasferisce a Firenze negli anni Cinquanta ed entra in contatto con una generazione di artisti che inizia a valorizzare le sue doti musicali, tra cui Dario Fo, Ignazio Buttitta, Manfredi Lombardi. Consacrata dalla critica come figura di moderna cantastorie, Rosa diviene portavoce della sua terra, la Sicilia, della condizione femminile e della lotta alle mafie.

In Donne da Palcoscenico viene messo in luce il coraggio di Rosa Balistreri, la sua storia e ai suoi lati più intimi, come esempio concreto di una donna che ha saputo squarciare il silenzio e l’omertà attraverso l’arte più universale di tutte: la musica.

Articolo di Mercoledì 15 Maggio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it