Condividi la notizia

SANITA' ADRIA

Pierluigi Mosca: “A differenza di altri, io ho sempre difeso l’ospedale di Adria”

Il sindaco di Papozze esulta per il mantenimento della classificazione “Spoke” della struttura adriese e invita a diffidare dai “paladini” dell’ultimo minuto

0
Succede a:

PAPOZZE (Rovigo) - La giunta regionale ha approvato le nuove schede ospedaliere: l’ospedale di Adria non è stato declassato e, anzi, è stato classificato “Spoke” come richiesto dal territorio e dai suoi sindaci (LEGGI ARTICOLO). Esulta la lista Papozze Cultura e Sviluppo assieme al suo sindaco, Pierluigi Mosca per il risultato raggiunto.

“Anche noi - afferma Mosca - seppur con discrezione e umiltà ci siamo impegnati per raggiungere questo obiettivo, manifestando queste necessità direttamente al direttore generale dell’Ulss oltreché al presidente Zaia e alla sua giunta, che ringraziamo nuovamente per aver ascoltato il territorio. Altri si sono comportati diversamente, hanno preferito la propaganda fine a sé stessa, le grida e le invettive. Noi anche in questa circostanza, come abbiamo sempre fatto in questi cinque anni, abbiamo preferito il dialogo e la concretezza”.

Mosca spiega che nella Conferenza dei sindaci dell’Ulss, ha agito sempre in difesa dell’ospedale di Adria, “anche quando altri erano restii o lo facevano solo a parole. Sui temi della sanità, garantiamo che anche nel prossimo futuro il nostro impegno non verrà meno anzi vigileremo con maggiore assiduità perché quello che oggi è stato riconosciuto venga concretizzato”.

Mosca fa sapere che l’azione amministrativa e la rappresentanza istituzionale è questione seria e complicata, nella quale non ci si improvvisa e dove non si millanta.

“Siamo certi che i cittadini sapranno ben valutare tra chi ha sempre agito onestamente e unicamente per l’interesse di Papozze e chi invece si è inventato all’ultima ora solo per mettersi in mostra e ricevere applausi che non merita”.

Articolo di Giovedì 16 Maggio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it