Condividi la notizia

CARABINIERI ROVIGO

Rapina inventata. Bottino reale da 65.000 euro. In quattro a processo

Nessuna rapina nella sala slot Vlt di viale Porta Po, i militari dell’Arma inchiodano tre moldavi e la dipendente che avrebbe fatto da basista per il colpo che ha fruttato 65mila euro

0
Succede a:

ROVIGO - Il 14 settembre del 2018 alle 4 e 45 del mattino ai Carabinieri era giunta una telefonata, la dipendente della sala slot Vlt di viale Porta Po era stata picchiata e derubata (LEGGI ARTICOLO). Era l’unica presente a quell’ora, un uomo con il volto travisato e con lo scalda collo era entrato e si era portato via un bottino considerevole: 65mila euro.

Fatalità vuole che il bandito fosse entrato propio nel momento in cui la dipendente stava caricando la cassaforte dell’intero incasso. Fatalità vuole che fosse aperta. Troppo per non destare qualche sospetto. 

Quando i carabinieri della stazione e del reparto radiomobile di Rovigo sono giunti sul posto si sono posti subito delle domande, le stesse che si sono posti quelli del nucleo investigativo comandato dal maggiore Nicola Di Gesare.

Attività d’indagine che inizialmente è stata coordinata dal Pm Monica Bombana, e che ha portato alla luce fatti ben diversi. Già dalle prime dichiarazioni della donna qualcosa non combaciava, a quel punto gli investigatori hanno approfondito la questione, ne è emerso un quadro ben preciso. Non c’è stata alcuna rapina.

L’ex dipendente della sala slot e due connazionali di origine moldava (uno dei due fungeva da 'palo'), sono stati denunciati, la prima per simulazione di reato, gli altri due per furto aggravato. I Carabinieri hanno anche perquisito le loro abitazioni, ma dei soldi non c’è traccia, hanno però raccolto elementi tali che confermerebbero quando emerso. Un quarto soggetto, che ha cercato di coprire i tre, è stato denunciato.

Dalle immagini della videosorveglianza si vede il finto rapinatore, ma no nei vede l’aggressione nei confronti della donna che ora non lavora più nella sala slot. A tutti e quattro è stata notificata la chiusura delle indagini, ora spetterà al Giudice valutarne la posizione.

Articolo di Venerdì 17 Maggio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it