Condividi la notizia

EDUCAZIONE SCUOLA PROVINCIA ROVIGO

350 insegnanti a scuola da Daniele Novara 

All’auditorio Saccenti di Adria il 23 maggio un importante convegno per i docenti col numero uno dei pedagogisti e ricercatori dell’infanzia felice d’Italia 

0
Succede a:

ADRIA (ROVIGO) - Daniele Novara ritorna in Polesine (LEGGI ARTICOLO). 350 docenti provenienti dalla scuole dell’intera provincia si ritroveranno ad Adria giovedì 23 maggio alle ore 16.15 all’auditorium Saccenti. Il noto pedagogista e ricercatore italiano, fondatore del Centro psico pedagogico per la gestione dei conflitti, terrà un intenso convegno “Cambiare la scuola si può” tutto dedicato agli insegnanti, chiamati a raccolta dal preside Osvaldo Pasello, dirigente sia dell’Istituto comprensivo di Villadose che di Adria 1.

Novara, pedagogista, direttore di una scuola di formazione ed educazione a Piacenza, fa questo ragionamento semplice, ma estremamente efficace: “Da almeno 100 anni la scuola italiana è impostata allo stesso modo, mentre riforme e maquillage educativi, come la digitalizzazione, fingono che le cose stiano cambiando. In realtà nulla si muove: lezioni frontali, compiti a casa, studio mnemonico continuano ad essere al centro della didattica...”. Novara, demolendo i falsi miti della didattica uno ad uno, propone un metodo di insegnamento definito “Maiuetico”, che pone al centro “la scuola come comunità di apprendimento: una comunità dove si impara con i compagni, si fanno domande, si sperimenta il laboratorio, si sbaglia e ci si diverte e in cui l’insegnante agisce come un regista, lasciando il protagonismo ai suoi allievi”. E questo dalla scuola d’infanzia fino alle superiori.

“Gli istituti della nostra provincia, che in realtà spesso sono molto avanti nella sperimentazione di nuove tecniche didattiche più in linea con gli stili d’apprendimento delle ultime generazioni di studenti, – spiega il dirigente scolastico dei due istituti promotori del convegno, Osvaldo Pasello – avranno l’opportunità con Novara e il suo metodo “maieutico” di fare un passo avanti verso una pedagogia più efficace”.

“Un’occasione di formazione utile per fare il punto sulle strategie didattiche già in uso nelle scuole del Polesine, importante per valorizzare tutto il buono, spesso poco apprezzato o conosciuto, che nelle nostre aule già si fa, fondamentale per dare una spinta ulteriore al rinnovamento che ha l’obiettivo, con tecniche e metodologie, di mettere davvero al centro l’alunno nei processi di apprendimento. Certo sappiamo quanto sia difficile, oggi, essere docenti ed educatori. Ma noi raccogliamo la sfida con lo stesso entusiasmo che speriamo di riuscire a trasmette agli alunni e di condividere con le famiglie”.

Il convegno è stato promosso dall’Ic Villadose e dall’Ic Adria1, supportati dal progetto “#sPOSTati” (progetto selezionato dall’Impresa sociale “Con i bambini”, che gestisce il fondo a contrasto delle povertà educative minorili – capofila la Cooperativa sociale “Titoli Minori”) e altri sponsor. Patrocinio al convegno, che vale come formazione-docenti, da parte dell’Ufficio Scolastico territoriale.

 

Articolo di Venerdì 17 Maggio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it