Condividi la notizia

CARABINIERI ROVIGO

Traffico di esseri umani: chiuso il cerchio dell’operazione Caronte

Arrestato a Ferrara un 22enne pakistano, era l’ultimo ricercato. Il Nucleo investigativo di Rovigo dei Carabinieri lo ha catturato 

0
Succede a:

FERRARA - Il traffico di esseri umani passa anche per la provincia di Rovigo, anzi è meglio usare il passato perchè l’operazione Caronte si è conclusa il 16 maggio con l’arresto dell’ultimo uomo ricercato. I Carabinieri del Nucleo investigativo di Rovigo lo hanno arrestato a Ferrara. M.U.Z., ventiduenne cittadino pakistano era destinatario di una misura cautelare del Gip del Tribunale di Rovigo. 

Tutto è partito l’anno scorso, il 28 dicembre 2018, quando ai militari dell’Arma arrivò la segnalazione, da parte dei colleghi di Adria, di un possibile sequestro di persona di due cittadini pakistani tra Polesella e Porto Maggiore (Fe).

Nell’ambito dell’indagine “Caronte”, due persone, A.M. di 24 anni domiciliato a Polesella ed F.M. sempre di 24 anni, senza fissa dimora, entrambi di nazionalità pakistana, e che avevano avviato un’attività di trasporto di stranieri irregolari dalla Slovenia all’Italia transitando per il Polesine. La meta finale era la provincia di Rovigo oppure la Germania dove in entrambi i casi venivano regolarizzati. Maggiori dettagli sull’operazione verranno forniti nella giornata si sabato 18 maggio nel comando provinciale dei Carabinieri di Rovigo.

Articolo di Venerdì 17 Maggio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it