Condividi la notizia

RUGBY PERONI TOP12

Guido Barion: “Mi spiace da morire per i tifosi”

Guido Barion, lucido come sempre, analizza la sconfitta del match scudetto di Calviano e fa i complimenti ai compagni di squadra della FemiCz Rovigo

0
Succede a:

CALVISANO (BS) - Hanno atteso sotto il diluvio il momento delle premiazioni in un silenzio surreale i Bersaglieri, sabato 18 maggio nella finale scudetto hanno affrontato l’avversario più forte, e non c’è molto altro da aggiungere.

Piani di gioco, strategie, furberie, quando l’avversario è superiore c’è ben poco da fare, e il divario è meno evidente (33-10) perché i rossoblù sono riusciti a segnare nel finale la meta della bandiera.

Leggi l’articolo su Calvisano campione d’Italia
Leggi la cronaca di Calvisano - FemiCz Rovigo
Leggi l’articolo sul mercato in uscita in casa Rovigo
Leggi l'intervista a Guido Barion
Leggi l'intervista a Massimo Brunello

“Niente da dire sapevamo che Calvisano aveva una grande squadra
- ha ammesso il poliziotto Guido Barion - una rosa profonda di ottima qualità, sono stati cinici e nel primo tempo sono venuti poco dalla nostra parte. Pescetto grande calciatore, ha messo a segno tutto a parte un calcio nel secondo tempo. Sapevamo che non potevamo concedere niente e poi alla fine abbiamo concesso qualcosa”.

Lucido come sempre l’ala rossoblù, rodigino doc, conosce bene lo stato d’animo dei tifosi e della città “Nelle finali è così, poi la partita si è incanalata in un certo verso ed è stato tutto più difficile. Premio i miei ragazzi, la società per questa grande annata. Un’annata partita in sordina, un po’ strana, ma abbiamo dato delle grandi soddisfazioni. Abbiamo divertito e ci siamo divertiti e poi non sempre tutte le ciambelle riescono col buco. Mi spiace da morire per i tifosi, oggi sono stati fantastici un grande seguito”.

La squadra prima di tutto, il rugby è uno sport collettivo, si vince e si perde tutti insieme “I miei compagni comunque sono stati dei grandi, voglio sottolinearlo di nuovo hanno fatto una grande annata, tanti giovani dal primo minuto hanno lavorato fino alla fine. Voglio premiarli e ringrazio la società per averci portato sino alla fine. E complimenti anche a Calvisano per l’ottimo livello”.

Giorgio Achilli

Articolo di Sabato 18 Maggio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it