Condividi la notizia

COSTA DI ROVIGO

Maltempo, il Comune chiede la conta dei danni

In attesa del riconoscimento dello stato di crisi, il sindaco di Costa di Rovigo, Antonio Bombonato esorta i cittadini a raccogliere  la documentazione per poter usufruire degli indennizzi  

0
Succede a:

COSTA DI ROVIGO (Rovigo) - In attesa del riconoscimento dello stato di crisi, il Comune di Costa di Rovigo chiede a chi ha subito danni dal maltempo di domenica 19 maggio di preparare la documentazione. 

“Con riferimento all’evento meteorologico di domenica 19 maggio 2019 - fanno sapere dal Comune - che ha interessato tutto il territorio comunale, si riportano alcune indicazioni necessarie per la segnalazione dei danni subiti dalle civili abitazioni, dagli immobili industriali, artigianali e commerciali, dalle apparecchiature e macchinari produttivi e dai mezzi personali o aziendali registrati (auto, camion e moto)”.

Il sindaco Antonio Bombonato fa sapere che in attesa del riconoscimento dello Stato di crisi, richiesto nella giornata di lunedì 20 maggio alla Regione del Veneto – Dipartimento Protezione civile, sarà importante conservare la documentazione relativa ai danni subiti e imputabili all’evento calamitoso, come ad esempio: foto, eventuali relazioni tecniche, stima o preventivi dei lavori, fatture.

“Poiché, in caso di riconoscimento dello stato di crisi - fanno sapere dal Comune di Costa di Rovigo - sarà necessario provvedere alla compilazione della modulistica predisposta dalla Regione del Veneto, si suggerisce di informare nei prossimi giorni l’amministrazione comunale, senza apposita modulistica, esclusivamente segnalando l’avvenuto danneggiamento, con le seguenti modalità: telefono al numero 0425/497272 interno 4 (ufficio segreteria/protocollo); lettera; e-mail a: segreteria@comune.costadirovigo.ro.it oppure a: tecnico@comune.costadirovigo.ro.it.

In un secondo momento l’Amministrazione contatterà quanti hanno segnalato la presenza di danni per la presentazione della documentazione necessaria con modalità e tempistiche richieste dalla Regione Veneto.

“Sarà comunque data la massima pubblicità delle modalità e tempistiche a tutta la cittadinanza. Con la consapevolezza del disagio subito da buona parte della cittadinanza, si garantisce il massimo sforzo al fianco dei cittadini”.

Articolo di Giovedì 23 Maggio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it