Condividi la notizia

#elezioniROVIGO2019

Corazzari: per il tribunale vige sempre il motto leghista “paroni a casa nostra”

In città a sostegno di Monica Gambardella sindaco il presidente della commissione Giustizia al Senato Andrea Ostellari che ha ribadito che dal Governo non verranno imposte decisioni sulla edilizia giudiziaria

0
Succede a:

ROVIGO - "Come Lega non permetteremo mai che la decisione sul tribunale e sull'ex carcere venga imposta dall'alto - ha puntualizzato l’assessore regionale alla Sicurezza, Cristiano Corazzari - In forza delle dichiarazioni del presidente Ostellari, confermo che ogni scelta sull'edilizia giudiziaria e carceraria verrà presa di concerto e in condivisione con la futura amministrazione. La Lega è l'unico partito a poter dare questa garanzia". 

Il senatore Andrea Ostellari, presidente della Seconda commissione permanente Giustizia al Senato, durante l'incontro "Sicurezza e legittima difesa" organizzato dalla Lega, il 22 maggio, alla Sala Gran Guardia di Rovigo ha dichiarato: "Sul futuro del tribunale e sul vecchio carcere non ci sarà alcuna decisione prima dell'insediamento della nuova amministrazione e, l'operazione, sarà svolta in coordinamento con tutto il territorio". 

Si attenderà quindi la nomina del nuovo di sindaco di Rovigo che avrà il compito di gestire l’operazione di ampliamento della struttura di via Verdi insieme alla Provincia, alla Regione e al Governo.

Monica Gambardella, candidato sindaco del centrodestra al Comune di Rovigo, ringraziando i presenti all'incontro Carlo Nordio (ex magistrato), Fabio Ballestriero (segretario Sap), Cristiano Corazzari e Andrea Ostellari ha detto:"La sicurezza deve essere valutata a 360 gradi, sotto tutti i profili. Oltre alla sicurezza del territorio e dei rischi a cui siamo esposti - che come abbiamo visto in questi giorni prevedono un intervento tempestivo della Protezione civile - per la sicurezza in senso più stretto, prevediamo strumenti di videosorveglianza e controllo di vicinato. Necessario l'impegno per assicurare le strade, ma anche nei confronti dei nostri ragazzi senza dimenticare i fenomeni di bullismo e cyberbullismo. La città può migliorare e deve farlo grazie alle eccellenze delle persone che la vivono. Le tematiche di sicurezza vanno sviluppate in coordinamento con altri comuni, con la Regione e altri capoluoghi del Veneto che già in queste settimane hanno offerto il loro supporto per un coordinamento efficace ed efficiente”.

L’omologa figura di presidente di commissione, alla Camera dei deputati piuttosto che al Senato della Repubblica, Francesca Businarolo, si era espressa nei medesimi termini (LEGGI ARTICOLO): il tribunale rimarrà dov’è e non si sposterà affatto.

Articolo di Giovedì 23 Maggio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it