Condividi la notizia

URBANISTICA TAGLIO DI PO

Piano degli interventi, tempo fino a giugno per presentare idee

Lo strumento urbanistico di Taglio di Po presentato dall’assessore all’Urbanistica, Davide Marangoni consentirà anche agli operatori economici di fare proposte per il comune

0
Succede a:

TAGLIO DI PO (Rovigo) - “In questi giorni abbiamo pubblicato gli avvisi e tutta la documentazione necessaria per raccogliere idee e proposte che serviranno alla costruzione del primo Piano degli interventi del Comune di Taglio di Po”. Lo annuncia con molta soddisfazione l'assessore all’Urbanistica, Davide Marangoni. 

“Dopo l'incontro pubblico avvenuto il mese scorso con professionisti, imprese, addetti del settore immobiliare e cittadini abbiamo fatto partire un altro step, secondo me, molto importante che porterà alla costruzione di questo strumento urbanistico”. 

Come aveva detto l'assessore all’Urbanistica, nell'incontro avvenuto in aprile (LEGGI ARTICOLO), il Piano degli interventi è alla ricerca anche di proposte da parte dei diversi operatori economici del comune e non solo perché l’amministrazione comunale vuole partire da loro e cioè da chi, quotidianamente, vive, lavora e investe in questo territorio. Il nuovo Piano non sarà un insieme di visioni calate dall'alto ma, in coerenza con il Pat approvato nell'estate del 2017, cercherà di dare attuazione a volontà ed energie inespresse. 

"Come illustrato nell'incontro pubblico dal professionista incaricato Raffaele di Paolo dello studio Tombolan e associati, sarà possibile presentare proposte sia di accordi pubblici - privati, quindi interventi concordati tra il Comune e la persona interessata, oppure richiedere che vengano valutati interessi più generici come ad esempio delle attività produttive in zona impropria, la riclassificazione di aree oppure il riuso di fabbricati non più funzionali al fondo agricolo - continua Davide Marangoni - voglio precisare comunque che ogni richiesta verrà valutata attentamente dalla struttura tecnica oltre che dall’amministrazione comunale e si pretenderà che le proposte tengano conto di criteri qualitativi, rispetto al “progetto di sviluppo del territorio” illustrato nel Documento programmatico preliminare del Piano, approvato ed illustrato in consiglio comunale e quantitativi rispetto al dimensionamento del Pat approvato e alla quantità di consumo di suolo assegnata con decreto regionale" conclude Davide Marangoni affermando che "dalla parole adesso passiamo ai fatti concreti soprattutto con l'aiuto di tutti gli interessati. Voglio invitare chiunque fosse interessato a visitare il nostro sito comunale dove potrà visionare e scaricare tutto il materiale necessario”. 

Il termine ultimo per presentare le varie richieste è stato fissato per il 21 giugno 2019.

Articolo di Sabato 25 Maggio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it