Condividi la notizia

PESCA

Il Consorzio dei pescatori: Fiducia totale nel Prefetto 

Il presidente del Consorzio cooperative pescatori del Polesine, Luigino Marchesini, commenta l’incontro in Prefettura di giovedì e la decisione del consiglio Provinciale 

0
Succede a:

PORTO TOLLE (RO) - Facendo seguito all’incontro avvenuto in Prefettura nella giornata di giovedì (LEGGI ARTICOLO), il presidente del Consorzio Cooperative Pescatori del Polesine intende riassumere la situazione concernente lo sfruttamento dei diritti esclusivi di pesca.

“E’ emerso innanzitutto il fatto che il Consorzio cooperative pescatori del Polesine - evidenzia Luigino Marchesini - gode dell’assoluta rappresentatività di tutti gli operatori della zona, per il numero di addetti, per l’indotto, per l’esperienza maturata, per la sicurezza garantita nelle lagune bassopolesane stante il servizio di vigilanza apprestato e per gli ingenti investimenti sostenuti negli anni (e tuttora in corso).

Proprio in conseguenza di tali investimenti, i prodotti ittici del Consorzio hanno ottenuto significativi riconoscimenti in ogni parte d’Italia e d’Europa.

In secondo luogo è stato evidenziato che il soggetto terzo dal quale è partita la richiesta di non prorogare la convenzione al Consorzio è una società (Agenzia Delta Po Immobiliare srl) che non vanta alcun legame con il settore della pesca e che nel proprio oggetto sociale riporta tutt’altra attività (esattamente compravendita e affittanze immobiliari)”.

La Provincia, all’esito dell’incontro, ha annunciato di voler mantenere in essere la concessione di sette mesi, quale soluzione provvisoria in attesa dei successivi sviluppi che sono stati ben prospettati (LEGGI ARTICOLO). 

Dopo l’intervento infatti del presidente e del dirigente della Provincia, del sindaco di Porto Tolle, del presidente e del direttore generale del Consorzio, del legale del Consorzio, dei rappresentanti delle associazioni professionali e dell’assessore regionale, il Prefetto – preso atto della situazione  e ritenendo che la rappresentatività del Consorzio vada protetta e salvaguardata nel rispetto della legge – ha comunicato che si impegnerà personalmente (congiuntamente alle istituzioni) affinché il Consorzio possa godere in maniera ampia e duratura dei diritti di pesca nelle lagune bassopolesane già oggetto delle precedenti convenzioni con la Provincia, così come peraltro avviene in altre realtà (peraltro economicamente meno rilevanti rispetto a quella bassopolesana).

“Il Prefetto - sottolinea Luigino Marchesini - ha inoltre precisato di ritenere corretta la proroga della durata di quindici anni, così come prospettata dal Consorzio, il quale è ora intenzionato a tenere monitorata la situazione, mantenendo un contatto costante con le istituzioni al fine di ottenere risposte definitive ben prima della scadenza dei sette mesi appena concessi e cercando di mantenere alta l’attenzione delle Autorità sul futuro delle lagune bassopolesane, per salvaguardarne i posti di lavoro”.

Articolo di Venerdì 31 Maggio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it