Condividi la notizia

#elezioniROVIGO2019

Marco Venuto: “Il centrodestra celebra il suo de profundis”

Il candidato di Casapound attribuisce all’incapacità della coalizione di Monica Gambardella di aprirsi al nuovo la sconfitta elettorale e preannuncia 5 anni terribili per la città di Rovigo

0
Succede a:

ROVIGO - “Oggi più che celebrare la vittoria della sinistra dobbiamo celebrare il de profundis del centrodestra rodigino”. 

Marco Venuto, candidato sindaco per Casapound, non ha dubbi sulle responsabilità da attribuire alla debacle elettorale di Monica Gambardella che fino a qualche settimana fa era data per favorita. “Un fallimento certificato paragonando il dato delle europee. Arroganza e presunzione non pagano, si è voluto inseguire un centro ormai morto e candidare persone invise alla città mentre è mancato il coraggio di aprire a nuovi contributi a nuove proposte e a nuovi volti. Sì è voluto inseguire il solito schema che aveva portato a 2 fallimenti senza dare alcun segnale di discontinuità. Ci spiace per Gambardella, persona preparata e che ha messo cuore e passione in questa campagna elettorale, ma il risultato era scritto”.

Secondo Venuto ora Rovigo si appresta a vivere 5 anni terribili, “non per Gaffeo ma per chi gli sta dietro, in cui la sinistra occuperà tutto l’occupabile e porterà in città le sue battaglie antistoriche e dove ogni persona che viene da fuori avrà sempre la precedenza rispetto ai rodigini. Noi comunque da domani torneremo nelle strade a difendere i nostri concittadini a partire da sabato (15 giugno, ndr) con la colletta alimentare”. 

Articolo di Lunedì 10 Giugno 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it