Condividi la notizia

RUGBY SERIE A

Badocchi e l’asse Badia - Rovigo

Riconfermato nello staff tecnico della Borsari, Niccolò Badocchi nell’ultima parte di stagione ha dato una mano anche a Umberto Casellato e Kino Properzi in casa FemiCz Rovigo

0
Succede a:

BADIA POLESINE (RO) - Sembra ormai chiara la composizione dello staff tecnico biancazzurro che rimarrà invariata rispetto alla stagione scorsa. Al fianco di coach Lodi quindi anche per il campionato 2019-2020 sarà presente Niccolò Badocchi in qualità di allenatore degli avanti. 

Ti ritieni soddisfatto della stagione svolta dai tuoi giocatori quest’anno? 
“Mi ritengo assolutamente soddisfatto, il bilancio di questa stagione è sicuramente molto positivo – risponde Badocchi - c’è stato un netto miglioramento da parte di tutti i giocatori, in particolare riguardo all’approccio, i ragazzi arrivavano dalla serie B, un campionato che richiede intensità diverse ed un impegno meno costante, si sono messi tutti a disposizione cambiando mentalità, questo ha dato subito i suoi frutti, questa stagione posso definirla come una buona base di partenza per la prossima”.

La tua esperienza di quest’anno con la Rugby Rovigo Delta potrà essere utile per il prossimo campionato?
“La mia esperienza con il Rovigo sicuramente sarà utile, sono una persona che crede molto nel lavoro, nell’esperienza sul campo e ciò che ti può dare, sicuramente trarrò il massimo dal fine campionato dell’anno scorso e dal campionato di quest’anno. È una mole di lavoro grande ma sono molto disponibile a lavorare per migliorare me stesso essendo agli inizi quindi sicuramente ho tante cose da imparare, sono pronto a trasmettere la mia esperienza e la mia passione per questo sport”.

Come ti sei trovato con il resto dello staff tecnico a Badia? State già impostando il lavoro per la prossima stagione?
“Mi sono trovato molto bene sia con Alessandro Lodi che con il preparatore atletico Athos Ferron, la nostra coesione non era per nulla scontata perché è un ambiente con molte differenze tra un allenatore ed un altro, con Lodi però ho la stessa idea di rugby, per certi aspetti ci completiamo, siamo andati in sintonia fin da subito e quest’anno mi ha insegnato tanto. Io sono una persona molto esigente e mi interessa riuscire a rendere tanto per ottenere dei risultati però ho incontrato in Lodi e Athos Ferron due persone con la stessa mia voglia e questo è stato fondamentale. Sono quindi molto contento di preparare la nuova stagione con loro, stiamo già lavorando su alcuni cambiamenti insieme al resto dello staff, il 20 agosto inizieremo”.

Quali sono i tuoi obiettivi per il prossimo anno, considerando il girone abbastanza difficile?
“L’obiettivo è sempre quello di giocare le 18 partite migliori che possiamo giocare e dare prestazioni di alto livello senza rimpianti, non sarà un girone facile, sono retrocesse due squadre forti che finiranno probabilmente nel nostro girone e quindi sarà molto dura, ma partendo dalla base di lavoro svolto quest’anno e con la stessa motivazione possiamo toglierci qualche soddisfazione. I ragazzi non vedono l’ora di ricominciare come noi per fare ancora meglio. È chiaro che per la società l’obiettivo base è la salvezza ma noi cercheremo di toglierci qualche soddisfazione in più”.

Articolo di Martedì 11 Giugno 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it