Condividi la notizia

SCUOLA

Più matematica e più lingua inglese tra i banchi 

Grazie al progetto dell’istituto De Amicis di Rovigo coinvolte anche le scuole Parenzo. L’iniziativa è stata finanziata con dei Fondi Sociali Europei

0
Succede a:

ROVIGO - L’anno scolastico è finito da pochi giorni e già si comincia a fare un primo bilancio di quelle che sono state le attività che hanno visto protagonisti gli studenti dell’istituto “E. De Amicis” di Rovigo e non solo. Fra queste, particolare interesse hanno suscitato le iniziative promosse e interamente finanziate grazie ai Fondi Sociali Europei che l’istituto ha voluto investire nella realizzazione del progetto Pon “Crescere Insieme”. 

Obiettivo del progetto lo sviluppo delle competenze di base attraverso interventi di rinforzo e approfondimento nelle materie di matematica e inglese. 26 gli alunni di classe terza della scuola media Parenzo che sotto la guida attenta della professoressa Elisabetta Lorenzetti si sono messi alla prova con quiz e giochi matematici. “Più matematica…meno problemi: funzioni e realtà” è stato il tema centrale dei quindici incontri programmati, per un totale di trenta ore, volti allo sviluppo del pensiero astratto, alla promozione di atteggiamenti di curiosità e alla maturazione di risorse cognitive affettive e relazionali degli alunni. 

All’interno dello stesso progetto, parallelamente al modulo di matematica, sono state pianificate attività finalizzate al rafforzamento delle competenze comunicative in lingua inglese a cui hanno partecipato 22 studenti delle classi prime e seconde del “De Amicis” guidati dalla professoressa Lucy Menin, insegnante di madrelingua. “More vocabulary, better communication” è stato il titolo del modulo proposto incentrato principalmente su attività di ascolto e parlato che si sono concretizzate, alla fine del percorso, in prodotti multimediali in lingua inglese realizzati dagli stessi alunni.  Un approccio innovativo, un modo nuovo di pensare la scuola dunque, che il “E. De Amicis” ha voluto mettere in pratica aderendo al Programma Operativo Nazionale  che vede nel successo formativo, nella qualità degli apprendimenti e nell’inclusività  i principali obiettivi da perseguire.

Articolo di Venerdì 14 Giugno 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it