Condividi la notizia

VERITA' NEGATE

CasaPound: "Dopo Regeni, una targa per le prime vittime delle Brigate rosse"

Marco Venuto chiede al sindaco Edoardo Gaffeo di affiggere una targa, di cui il partito si accollerebbe le spese, in ricordo di Giuseppe Mazzola e Graziano Giralucci uccisi a Padova dal terrorismo

0
Succede a:

ROVIGO - Marco Venuto, ex candidato sindaco di Rovigo, fa una richiesta ufficiale al sindaco Gaffeo. Ieri il sindaco Gaffeo ha affisso sulle finestre del Municipio uno striscione chiedendo verità per Giulio Regeni (LEGGI ARTICOLO), "dimostrando sensibilità verso le verità negate. Bene ora chiedo a nome di CasaPound di affiggere una targa in ricordo di Giuseppe Mazzola e Graziano Giralucci, le prime vittime delle Brigate Rosse. Una storia, la loro, che a raccontarla fa ancor paura" spiega l'esponente di Casapound.

Era la mattina del 17 giugno del 1974 quando i due si trovavano all'interno della sede del Msi in Via Zabarella a Podova e sentirono suonare alla porta. Quando aprirono si trovarono di fronte 5 terroristi armati di pistola che li freddarono senza pietà. L'azione fu rivendicata dalle Br e confessata da alcuni terroristi alcuni anni dopo in processi che li vedevano alla sbarra per altri reati di sangue.

Mazzola e Giralucci furono le prime vittime del terrorismo in Italia "ma, vista la loro collocazione politica, furono sempre dimenticati.  - dice Venuto - Erano due brave persone e onesti cittadini, Mazzola era un servitore dello Stato e Carabiniere in pensione sessantenne e Giralucci un rugbista di trentanni che lasciò una figlia in fasce".

"Chiediamo al Sindaco che, con la stessa umanità dimostrata per Regeni, si prodighi ad affiggere una targa in loro ricordo per un fatto tremendo avvenuto nella vicina Padova e che sia da monito per affermare che l'odio e la violenza politica non abbiano più da insanguinare la nostra Patria.

Confidiamo in una sicura risposta positiva. - conclude l'esponente di Casapound - E rimaniamo a sua disposizione per ogni eventuale chiarimento, disponibili pure a farci carico del costo della targa".

Articolo di Venerdì 14 Giugno 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it