Condividi la notizia

ATLETICA

Prima di Lei anche l’assessore Tovo sotto gli 11’’

Erano anni che un atleta cresciuto in Polesine non centrava un risultato simile, ma la scuola di Rovigo negli anni ’90 faceva scintille

0
Succede a:

ROVIGO - La storia non si dimentica, e Rovigo ha avuto una scuola di velocità di tutto rispetto, pur con evidenti carenze di strutture ed impianti.

Giusto nei giorni scorsi il velocista Ling Wei Lei, cresciuto con la Confindustria Rovigo, ed ora tesserato con Assindustria sport Padova, ha centrato un poderoso 10"93 in occasione dei campionati italiani juniores (LEGGI ARTICOLO).

Il professor Vito Quaranta, ci tiene a precisare che non solo Silvano Garbin (1980) a 15 anni ottenne un fantastico 10"4, ma ci furono altri atleti rodigini ad abbattere il muro degli 11’’ nei 100 metri.

“Negli anni '90 Rovigo - sottolinea Vito Quaranta - è stata assoluta protagonista nel panorama della velocità Veneta e Italiana. Prima Enrico Nezzo (1990/92) di Badia, ha corso  in 10"4 da allievo sedicenne, poi in 10"76 e 21"76. Successivamente negli anni Rovigo e balzata nel gotha della velocità regionale e nazionale assoluta con ben tre velocisti: Sandro Camisotti 10"51, Paolo Boscolo 10"62/21"4 e Fabrizio Tezzon 10"61/21"3, gli ultimi due finalisti nei campionati  italiani assoluti, unici non "militari" presenti nella finale. Tutti, all'epoca, gareggiavano per Assindustria sport Padova, che permetteva agli atleti attività di alto livello, ma si allenavano a Rovigo con il sottoscritto”.

Anche Roberto Tovo, neo assessore della Giunta Gaffeo, è stato un eccellente velocista da 10"7 (a quei tempi vigeva cronometraggio manuale, equivale al 10"93).  

Articolo di Venerdì 14 Giugno 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it