Condividi la notizia

RUGBY TOP12

Accordi pregressi e futuri sul tavolo, ma Zambelli ha già scelto

Tra la Monti Junior e la Rugby Rovigo Delta è frizione sulla gestione dell’Under 18 Elite. Il patron Zambelli la rivuole, ma la convenzione siglata tra le due società non è mai stata cambiata

0
Succede a:

ROVIGO - “Riteniamo opportuno un chiarimento”. Lo dice la Monti Junior Rovigo in risposta alle affermazioni del patron della Rugby Rovigo Delta Francesco Zambelli (LEGGI ARTICOLO), che venerdì 14 giugno, durante una conferenza stampa di saluto al direttore sportivo Beppe Favaretto, entrato nella Giunta Gaffeo (LEGGI ARTICOLO), aveva messo dei paletti ben precisi.

I fatti. Nell’estate 2018, con Nicola Azzi alla presidenza della Rugby Rovigo Delta, era stato siglato un accordo con la Monti Junior Rovigo che gestisce il settore giovanile dei Bersaglieri. A firmarlo Attilio Roversi (e non Paolo Reale all'epoca dei fatti vice presidente Monti Junior e socio Delta, richiesta di rettifica dell'interessato del 18 giugno), poi qualche mese dopo l'ingresso di Paolo Reale (uomo Monti ed ispiratore dell'accordo) nel Cda della Rugby Rovigo Delta al fianco di Zambelli e Favaretto, prima delle dimissioni (LEGGI ARTICOLO).

L’accordo - convenzione stabiliva che la Monti dovesse gestire l’Under 18 e la Cadetta, l’head coach dei Bersaglieri doveva essere il responsabile tecnico di tale progetto. Di qui la prima frizione. Joe McDonnell rivendicava questo ruolo, Umberto Casellato durante i primi giorni di raduno, dopo aver sottoscritto un accordo simile, rivendicava la conduzione tecnica, come stabilito con Azzi. Frizione che è durata il tempo dell’esonero di Joe McDonnell (LEGGI ARTICOLO) poi ritornato alla Monti Junior, con Casellato che poi ha chiamato a supporto Kino Properzi (per il lavoro in mischia).

Con queste premesse era cominciato il campionato scorso.

Ora Zambelli rivendica, come ha annunciato, la gestione diretta dell’Under 18 Elite (giocatori già tesserati con la Rugby Rovigo Delta), mentre per la Cadetta il patron ha lasciato campo libero alla Monti Junior, ma senza dare la disponibilità dei giocatori in rosa con la prima squadra “E’ inconcepibile che il nostro head coach (Casellato, ndr) debba sottostare alle decisioni di McDonnell”. Di fatto in Cadetta (Serie C1) ci andavano quelli che in Top12 non giocavano per mettere minuti nelle gambe, oppure per recuperare da qualche infortunio.

L’intera rosa di 36-37 giocatori sarà solo a disposizione di Umberto Casellato. Una spaccatura forte tra la Rugby Rovigo Delta e la Monti Junior Rovigo, frutto anche degli ottimi rapporti instauratI da Zambelli con le altre società polesane (Badia, Villadose e Frassinelle), e l’accordo annunciato dalla società giovanile rossoblù con il Monselice.

Frizione che a questo punto sembra accentuarsi, anche a fronte del comunicato della società di Attilio Roversi che, con una nota di lunedì 17 giugno, rivendica l’esistenza di un accordo pregresso (firmato da persone che al momento non sono nel Cda delle due società).

“Siamo pienamente consapevoli dei desideri del presidente Zambelli e delle sue motivazioni ma, al momento, la Convenzione per la gestione delle formazioni Under 18 e Cadetta, a causa della mancata disdetta entro il termine concordato, è ancora in vigore.

A causa di ciò, pertanto, al momento sono in corso delle trattative tra la Monti Rugby Rovigo Junior e la Delta Rugby Rovigo per definire la futura gestione delle due formazioni ed il valore del documento sottoscritto il 15 giugno 2018, in attesa anche della decisione dell'assemblea della Rugby Rovigo Delta come indicato dal presidente Zambelli nell'incontro con i soci del 18 Aprile scorso”.

Trattative che al momento non sembrano esserci viste le parole del presidente Zambelli “Quel documento non l’ho sottoscritto io” aveva dichiarato venerdì 14 giugno.

“Riteniamo sia opportuno, anche al fine di non turbare le trattative in corso, non aggiungere ulteriori commenti al riguardo invitando anche la Rugby Rovigo Delta a fare altrettanto così da poter definire la situazione nel migliore e minore tempo possibile”.

Assemblea dei soci della Rugby Rovigo Delta che il patron Zambelli ha intenzione di convocare per metà luglio. Per molti il documento siglato tra le due società è carta straccia. Ci sarà da discutere.

Giorgio Achilli

Articolo di Lunedì 17 Giugno 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it