Condividi la notizia

AMBIENTE ADRIA

Adria, M5s: “Il sindaco dica no alla plastica usa e getta”

I pentastellati hanno sollecitato con un’interpellanza Omar Barbierato affinché aderisca alla campagna del ministero dell’Ambiente, “Plastic Free”

0
Succede a:

ADRIA (Rovigo) - Il Movimento 5 stelle stimola il Comune di Adria ad eliminare la plastica monouso. 

Il Parlamento europeo ha approvato in via definitiva una nuova legge che vieta, entro il 2021, l’utilizzo di articoli in plastica monouso: posate di plastica monouso, piatti di plastica, cannucce di plastica, cotton fioc, se fatti con plastica, bastoncini di plastica per palloncini, plastiche ossi-degradabili, contenitori per alimenti e tazze in polistirolo espanso - spiegano i pentastellati adriesi - In una nota l’Europarlamento spiega che si tratta di un nuovo obiettivo di riciclaggio e maggiore responsabilità per i produttori. L’accordo rafforza inoltre l’applicazione del principio ‘chi inquina paga’, introducendo una responsabilità estesa per i produttori. Questo nuovo regime si applicherà ad esempio ai filtri di sigaretta dispersi nell’ambiente e agli attrezzi da pesca persi in mare, per garantire che i produttori sostengano i costi della raccolta”.

I Cinque stelle spiegano che affinché il ciclo di vita della plastica diventi circolare, occorre trovare una soluzione per la crescente produzione di rifiuti di plastica e per la dispersione di rifiuti di plastica nell'ambiente in cui viviamo, in particolare nell'ambiente marino. 

“La strategia europea per la plastica - spiegano - rappresenta un passo avanti verso l'istituzione di un'economia circolare in cui la progettazione e la produzione di plastica e di prodotti di plastica rispondano pienamente alle esigenze di riutilizzo, riparazione e riciclaggio e in cui siano sviluppati e promossi materiali più sostenibili. Il considerevole impatto negativo di determinati prodotti di plastica sull'ambiente, la salute e l'economia rende necessaria l'istituzione di un quadro giuridico specifico per ridurre efficacemente detto impatto negativo. In Italia il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa ha avviato una campagna di sensibilizzazione, invitando ufficialmente tutte le Istituzioni di qualsiasi livello governativo ad eliminare l’utilizzo della plastica monouso, quindi totalmente non riciclabile, da sostituire con materiale compostabile, riutilizzabile e/o ecocompatibile”.

Il Movimento cinque stelle di Adria coglie quindi l’occasione spiegando che molti comuni italiani hanno già aderito alla campagna cosiddetta “Plastic Free” e, con la mozione indirizzata all’amministrazione comunale, intende sollecitare il sindaco affinché anche il Comune di Adria aderisca a tale iniziativa. 

“E’ ormai irrinunciabile la necessità di diminuire progressivamente l’uso di materiali plastici non compostabili, in quanto il fenomeno dell’inquinamento, soprattutto per quanto riguarda i mari, i fiumi, i corsi d’acqua, è giunto a livelli intollerabili per estensione, quantità e pericolosità".

Articolo di Martedì 18 Giugno 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it