Condividi la notizia

EVENTI FRATTA POLESINE

Le band giovanili fanno scatenare villa Badoer

Ultimo appuntamento a Fratta Polesine della rassegna Bandoera che ha fatto registrare il tutto esaurito regalando grande musica e fortissime emozioni

0
Succede a:

FRATTA POLESINE (Rovigo) - Ha  registrato il tutto esaurito l’ultimo appuntamento della rassegna Bandoera, manifestazione promossa dalla Provincia di Rovigo e dedicata agli artisti emergenti del nostro territorio (LEGGI ARTICOLO ) che si è tenuta a Fratta con villa Badoer a fare da cornice e palcoscenico. 

Dopo i saluti istituzionali del vicesindaco di Fratta Polesine, Alessandro Baldo e quelli del presidente della Provincia, Ivan Dall’Ara, la ideatrice del progetto Bandoera, Antonella Bertoli, ha presentato i giovani artisti che si sono esibiti sulla scenografica scalinata di Villa Badoer.  

Ad aprire la serata Silvia Bellucco e Giorgia Rogato, studentesse del conservatorio di Rovigo. La prima volto noto in città, anche per l’esperienza  televisiva di Amici; Gloria Rogato polistrumentista, compositrice di inediti e neo laureata in musica elettronica ed applicata alle immagini. Al duo si è poi aggiunto Edoardo Vilella, con trascorsi di pianista per l’Accademia navale di Livorno, dove si è distinto, nonostante la giovane età, per talento e professionalità. 

Pur derivando da esperienze e percorsi piuttosto diversi tra loro, il gruppo che si ritrova  nell’amore della sonorità “vecchia maniera” ed in pezzi pop che spaziano tra storia e innovazione, ha proposto, fra gli altri, brani di Ed Sheeran, Alicia Keys, Elton John, Alex Britti ed in chiusura della prima parte della serata, Allelujah, il famosissimo brano di Leonard Cohen. 

Cambio di sonorità quindi con il gruppo dei Bamboo, band composta da Jacopo Borin (sax e tastiere), Antonio Conti (chitarra), Ruben Spoladori (batteria) Riccardo Targa (basso) e da Giovi (all'anagrafe Giovanni Guarnieri), cantante già affermatosi in importanti manifestazioni canore nazionali non ultimo il premio Fabrizio De Andrè che hanno infiammato la serata con una energia contagiosa che ha indotto il pubblico, comprese le autorità, non solo a riservare lunghissimi applausi durante l'esibizione ma anche a partecipare attivamente cantando e ballando. 

I Bamboo, dalla notevole versatilità in campo musicale, hanno condotto il pubblico ad esplorare generi diversi: dal funky al jazz, dal rock al pop, al rap, proponendo brani noti, da Sting ai Beatles, al rivisitato Stayin’ Alive dei Bee Gees, a una struggente strumentale “Blue Bossa” oltre che l’inedito, scritto dallo stesso giovanissimo Giovi, “Occhio non vede cuore non duole” sul tema dei diritti umani 

La band, a sugello della propria filosofia che la musica è integrazione e mai competizione, ha voluto con sé, in un paio di occasioni del proprio set, anche gli artisti che l'avevano preceduta, regalando una intensa Redemption Song di Bob Marley cantata a due voci da Giovi e Silvia Belluco accompagnati alla chitarra da Antonio Conti.

Il finale è stato riservato ad una infuocata cover dei Red Hot Chili Peppers durante la quale Giovi si è spogliato cantandola a torso nudo come un novello Anthony Kiedis, e allo scanzonato blues di “Sweet Home Chicago” dei Blues Brothers.

La richiesta a gran voce di un bis e l'intervento del presidente della Provincia, Ivan Dall'Ara hanno consentito l'autorizzazione a proseguire, in deroga, il concerto per un paio di minuti oltre la mezzanotte. Ed i Bamboo non si sono tirati indietro facendo proseguire e chiudere la festa con uno scatenato funky dei Doobie Brothers.   

Oltre che dalla Provincia di Rovigo e dalla commissione provinciale Pari opportunità, la rassegna è stata organizzata con la collaborazione del Comune di Fratta Polesine, dell’Arci di Rovigo, di Aqua (associazione che organizza la visita dei palazzi di Fratta) e con il contributo finanziario della Fondazione della Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. La manifestazione appartiene al circuito Reteventi Cultura Veneto. 

Si ringrazia per le foto Marco Monesi.

Articolo di Martedì 18 Giugno 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it