Condividi la notizia

CALCIO

Grande festa biancazzurra 

A Badia Polesine (Rovigo) festa per il settore giovanile del riconfermato presidente Natale Ferrari. Società in grande salute con ben 158 tesserati

0
Succede a:

BADIA POLESINE (RO) - Entusiasmo allo stato puro per l’Us Badia, è quello che si è respirato venerdì scorso alla  festa di fine stagione presso i campi del Caenazzo della categoria 2012,  in una cornice festosa di mamme, papà e nonni, qualcuno con gli occhi lucidi. Non prima d’aver commemorato Mara Verzaro che oggi avrebbe compiuto gli anni, il riconfermato presidente Natale Ferrari, ha fatto la radiografia di una delle più importanti realtà del movimento calcistico polesano: “Siamo partiti con circa 100 iscritti dieci anni fa con i “primi calci”, i “piccoli amici” e gli “esordienti”, il secondo anno ampliandoci con i “giovanissimi” completando con gli “allievi” tutta la gamma delle categorie previste nel settore giovanile.” Quest’anno sono stati raggiunti i 158 tesserati e, per il prossimo il traguardo che l’U.S. Badia si è prefissata è quello degli “juniores provinciali”. “Nessun altro, ha detto Ferrari, può vantare in Polesine un settore giovanile organizzato come il nostro”. 

La società, in collaborazione con l’istituto Caenazzo e l’Amministrazione comunale (sempre presente con l’assessore Stefano Baldo), ha realizzato il comodo parcheggio vicino alla mitica “casetta” tanto cara a Mara e gli spogliatoi, mentre sta predisponendo il campo sintetico. Molte le attività collaterali per il settore giovanile: sono stati realizzati tre week end con tutte le squadre fino agli esordienti e sarà organizzato un campus a Tonezza del Cimone. Tutto questo grazie allo staff e al gruppo dei collaboratori volontari che si spendono per il bene dei bambini. 

Anche Nicola Zanni, responsabile tecnico settore giovanile, ha voluto rimarcare l’opera educativa che il settore giovanile svolge in un contesto in cui, anche nello sport, molti valori sembrano smarriti. Il sindaco Giovanni Rossi (primo tifoso e papà impegnato come taxi driver) ha scherzato sull’abilità discorsiva del presidente dicendo: “… si vede che ha fatto il sindaco” ma si è anche detto orgoglioso dell’attività dell’Us Badia assicurando la massima attenzione dell’amministrazione. Sul fatto che a Badia ci siano due società di calcio, due di tennis, due di ciclismo, il primo cittadino non ha nascosto qualche perplessità ma, ha si è consolato dicendo “meglio due che nessuna”.  

Prima dell’apericena conclusiva, c’è stata la premiazione dei piccoli campioni del 2012. Infine, due parole su Natale Ferrari (classe 1942) cinquant’anni spesi per il calcio altopolesano “mai fuori dalle righe”, il solo presidente del Badia Calcio che sia riuscito a mantenere la squadra per ben 5 anni di seguito in Promozione. “Uno sforzo organizzativo molto forte di tutto il gruppo dirigente, che anche in questo campionato non ha esitato a fare scelte coraggiose per mantenere il prestigio della società biancoceleste”, ha confidato il presidentissimo.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Martedì 18 Giugno 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it