Condividi la notizia

CASA DI RIPOSO ADRIA

Mistero legionella al Csa di Adria verso la soluzione

Il direttore della struttura Mauro Badiale sta attendendo la relazione tecnica sul metodo di prelievo del campione positivo al battere. Non proveniva dall'impianto idraulico dei bagni della casa di riposo

0
Succede a:
ADRIA - E' stato oggetto di analisi dettagliata durante l'ultimo consiglio di amministrazione che ha approvato il bilancio del Csa di Adria (LEGGI ARTICOLO) il presunto caso legionella a seguito dei riscontri del laboratorio analisi preposto al controllo sanitario degli impianti presenti nella residenza per anziani di Adria.

La notizia della positività del campione prelevato in Riviera Sant'Andrea ha destato parecchio interesse, soprattutto per quanto riguarda i protocolli di sicurezza presenti al Csa, ma non è stata mai divulgata con chiarezza, tanto che anche il primo cittadino Omar Barbierato aveva chiesto alla struttura di avere ragguagli in merito a questo presunto caso di positività del campione.

In attesa di ricevere una relazione dettagliata di carattere tecnico il direttore avrebbe comunque anticipato il cuore della vicenda al proprio consiglio di amministrazione nell'ultima seduta.
Il direttore ed il responsabile Rspp dovrebbero a breve rendere pubblica la lista dei prelievi, della regolarità dei protocolli in adozione e della garanzia assoluta della tutela e sicurezza degli ospiti della casa di riposo.
Sembra infatti che il campione positivo provenga da un prelievo non svolto in maniera corretta, da una vasca di raccolta acqua estranea all'impianto idraulico dei bagni attrezzati e quindi con risultati falsati in quanto non avrebbero traccia dei trattamenti chimici e termici che vengono adottati in maniera periodica secondo il protocollo di prevenzione in uso al Csa di Adria.

Il falso allarme derivante dal prelievo irregolare sarebbe stato già comunicato sia al sindaco Barbierato sia all'Ulss5 polesana.

L'indagine comunque ha mosso altre due ditte esperte di sicurezza tanto che il Csa è stato oggetto di una attenzione sovrabbondante per giorni in materia di sicurezza tanto da fugare qualsiasi infondata ipotesi di allarmismo.
Articolo di Mercoledì 19 Giugno 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it