Condividi la notizia

FRATTA POLESINE (ROVIGO)

La storia di Palladio messa in scena 

Visita guidata teatralizzata alla dimora palladiana domenica 23 giugno a Villa Badoer per la ventesima edizione di Sorsi d’autore

0
Succede a:

FRATTA POLESINE (ROVIGO) - "Di me stesso non posso prometter altro che una lunga fatica e gran diligenza, ed amore, che io ho posto per intendere e praticare quanto prometto". Sono parole di Andrea Palladio e l’incipit del racconto scenico in programma il 23 giugno alle ore 18 in Villa Badoer a Fratta Polesine Rovigo. 

Nell'ambito della ventesima edizione di Sorsi d'autore è in programma una visita guidata teatralizzata alla dimora palladiana a cura di Teatro Amico organizzata da Fondazione Aida in collaborazione con la Provincia di Rovigo, Comune di Fratta Polesine e Rete Eventi 2019.

Gli spettatori potranno conoscere così la genesi della Villa Veneta e le vicende di Andrea Palladio protagonista con Francesco Badoer e Lucietta Loredan del racconto scenico che culminerà nelle barchesse, luogo dove verrà allestita una degustazione di vini dell’azienda agricola Cecchetto Giorgio e un'aperi-cena offerto dall'azienda agricola bottega La Galassa di Gavello con menù dell’epoca. Oltre ai personaggi anche i piatti avranno un sapore rinascimentale grazie alla ricerca storica sulle pietanze condotta dallo chef Roberto Bianchini e l’azienda Galassa. 

Sarà proprio Palladio ad accogliere gli ospiti e a introdurli nel viaggio animato alla scoperta delle stanze del piano nobile, degli affreschi in grottesche del Giallo Fiorentino, del granaio, delle cucine riservate alla servitù e poi del giardino e delle barchesse, accompagnati dai padroni di casa che tanto si adoperarono per costruire questa splendida dimora. Con loro appare e scompare l’eccentrico Palladio, intento a raccontarci di quando da Padova si trasferì a Vicenza per iscriversi alla corporazione muratori, scalpellini e scultori come garzone di bottega, per avvicinarsi a grandi artisti del suo tempo come Jacopo Sansovino e Sebastiano Serlio, fondamentali per la sua crescita e formazione come architetto. Lucietta racconterà del suo matrimonio con Francesco Badoer, dal quale nacquero quattro figli maschi, eredi del nome della casata, e di come i legami tra i Badoer e i Loredan fossero racchiusi proprio nella villa che diventò suggello dell’alleanza tra le due importanti famiglie. 

Le due barchesse, che accolgono il visitatore come in un grande abbraccio, sono l’ultima tappa del viaggio, dove ristorarsi e godere della bellezza appena conosciuta in ogni suo dettaglio chiacchierando con i nobili padroni di casa e il creativo architetto. Biglietto: su prenotazione (fondazione@fondazioneaida.it).

Gli eventi di Sorsi d’autore faranno inoltre tappa a Verona, il 22 giugno a Villa Violini Nogarola con l’incontro con Andrea Delogu, a Vicenza, il 6 luglio a Villa Cordellina con Stefano Massini e Domenico Iannacone, e a Treviso, il 7 luglio a Palazzo Foscolo con Ferruccio De Bortoli

La manifestazione Sorsi d’Autore è un progetto della Regione del Veneto e Fondazione Aida, con il patrocinio dell’Istituto Regionale per le Ville Venete e Associazione per le Ville Venete.

Articolo di Mercoledì 19 Giugno 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it