Condividi la notizia

POLIZIA STRADALE

Arrestato il capo della baby gang ricercato a Trieste

Gli uomini della polizia stradale di Rovigo sono riusciti a intercettare l’uomo che, quando era minorenne, si era reso responsabile del reato di associazione a delinquere

0
Succede a:

ROVIGO - Era il capo di una baby gang a Trieste ed è stato arrestato dagli uomini della polizia stradale della sottosezione Rovigo A13 guidata dal comandante ispettore superiore Riccardo Luciani. 

Il fatto è avvenuto nel pomeriggio di mercoledì 19 giugno verso le 14.50 quando una pattuglia fermava per un controllo nell’area di servizio San Pelagio Est lungo l’A13 nel territorio di Due Carrare (Pd), una Mercedes S350 immatricolata in Bulgaria, guidata dal proprietario, un cittadino bulgaro di nome I.V.E., del 1989. 

Il trentenne, esibiva una regolare patente e carta di identità bulgara ma, dopo qualche accertamento emergeva la verità: a carico dell’uomo vi era un ordine di esecuzione di carcerazione emesso dalla procura della Repubblica presso il tribunale dei minori di Trieste il 16 maggio 2015. 

I.V.E. si era infatti reso irreperibile dopo la condanna comminata dal tribunale per i minori di Trieste alla pena di 2 anni 4 mesi e 25 giorni avvenuta nel 2006 per associazione a delinquere quando era ancora minorenne visto che era stato riconosciuto come capo di una baby gang con il nome di “Piccolo capo”. 

L’uomo, nonostante i tentativi di eludere il controllo fornendo atti relativi alla sua identità lievemente differenti (il secondo nome) veniva identificato con certezza una volta accompagnato nella questura di Padova per il foto segnalamento e relativo responso Afis. 

L’arrestato, dopo le formalità di rito, veniva portato nella casa circondariale Due Palazzi di Padova.

Articolo di Venerdì 21 Giugno 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it