Condividi la notizia

COMUNE ADRIA (ROVIGO)

Sindaco Barbierato: “Primo anno mirato a risolvere le criticità”

Il primo cittadino della città etrusca illustra quanto fatto in 12 mesi: buon governo prima di tutto

0
Succede a:

ADRIA (ROVIGO) - “In questo primo anno di amministrazione abbiamo lavorato intensamente per migliorare Adria, con piccole e grandi rivoluzioni, attraverso la partecipazione, il rispetto delle regole e l’uniformità” questa la dichiarazione del sindaco Omar Barbierato, ad un anno dalle elezioni. In questi 12 mesi l’indirizzo politico non è emerso con chiarezza, salvo la volontà di controllo sul Csa di Adria. D’altro canto Impegno per il Bene comune, dopo 7 anni di quotidiane battaglie in opposizione, si è trovata ad amministrare. Forse serve ancora qualche tempo per essere più incisivi.

La difesa dell’ospedale è stato uno degli obiettivi concretizzati con la partecipazione attiva di  amministratori, cittadini  e operatori di interesse (stakeholders), dall’istituzione del tavolo della sanità, il coinvolgimento della politica adriese delle associazioni di categoria, dei sindacati  e della conferenza dei servizi, fino ad arrivare alla quinta commissione regionale per ottenere il mantenimento dei servizi sanitari. “Una battaglia ancora aperta” spiega il primo cittadino.

Forte l’impegno nell’incontrare le frazioni. I tre cicli di appuntamenti itineranti avvenuti nelle otto frazioni, hanno  permesso al gruppo di lavoro di capire le esigenze reali del territorio e risolvere quelle criticità che aspettavano una soluzione da  anni, come il semaforo di Baricetta, i punti luce, le asfaltature,le potature, la possibilità di riaprire le scuole medie a Bottrighe, l’incremento di  servizi alle famiglie degli alunni delle scuole elementari di Baricetta, l’avvio lavori della nuova rampa di raccordo tra la Piovese  e la località Campelli, l’iter per la bonifica nell’attuale sito di Isagro, l’avvio per il distretto del commercio, la firma dell’accordo per portare la fibra nelle frazioni (Baricetta, Bellombra e Bottrighe) e l’aver migliorato i parchi gioco con nuove attrezzature, rappresenta l’attenzione verso i più giovani. “Interventi per i quali non c’è stata predominanza di opere nel centro rispetto alle frazioni, - spiega Barbierato - o di una località rispetto ad un’altra, che si traduce nell’uniformità d’azione nel territorio, adottata da questa amministrazione”.

“Nell’ampio contesto del buon governo di una città, il rispetto delle regole è fondamentale nel momento in cui le norme sono chiare (anche attraverso i regolamenti) perché permettono a tutti di lavorare con serenità e ad avere lo stesso tipo di rapporto con l’amministrazione, senza favoritismi e privilegi. Per un buon lavoro di squadra sullo sviluppo del territorio, sulla tutela dell’ambiente e sui servizi pubblici, sono importanti i tavoli di concertazione sul turismo, sull’ambiente e sul Centro Servizi Anziani (CSA), per quest’ultimo è stato reso possibile l’inserimento nel consiglio di amministrazione di un rappresentante dei famigliari degli ospiti, indicato dai famigliari stessi”.   

“Il coinvolgimento attivo dei cittadini è avvenuto anche con la riattivazione dopo nove anni di assenza delle consulte dell’ambiente e della cultura previste dallo statuto comunale” dice Barbierato, “due tematiche che dal 2015 sono al centro della nostra attività politica, come le questioni del parco Amolaretta, della Coimpo e per il fatto che la città Etrusca conta numerose associazioni che fanno cultura ad altissimo livello. Per il futuro la partecipazione attiva dei cittadini si tradurrà anche con un importante lavoro di confronto e condivisione con la Protezione civile”.

Il progetto di viabilità del marciapiede di Valliera studiato nell’intervenire sulla strada parallela alla regionale, permetterebbe una maggior sicurezza, spendendo la stessa cifra prevista per i 50 metri di marciapiede da realizzare lungo la strada regionale SR443. “Questo dimostrerebbe che se ci si mette a progettare seriamente, si possono spendere i soldi in maniera oculata  e raggiungere  risultati mai raggiunti prima, per il benessere, la salvaguardia e la sicurezza dei cittadini di Valliera”.

Articolo di Lunedì 24 Giugno 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it