Condividi la notizia

POLITICA ROVIGO

Il capogruppo della Lega: “Opposizione senza alcuno sconto”

Michele Aretusini nel primo consiglio comunale ha anche spiegato che il suo partito non è in cerca di poltrone e, per questo, si è astenuto dalla votazione di presidente e vicepresidente

0
Succede a:

ROVIGO - Opposizione sì, ma mai distruttiva e nessuna pretesa di avere poltrone. E’ questo, in sintesi, il pensiero manifestato nel primo consiglio comunale (LEGGI ARTICOLO ) da Michele Aretusini capogruppo della Lega Salvini.

“In primo luogo, come Lega, vogliamo ringraziare i 4.905 rodigini che ci hanno scelto. Vogliamo ringraziarli e rassicurarli: io, Lorenzo Rizzato, Cristiano Corazzari e Valentina Noce cercheremo di fare sempre il bene della città, della nostra Rovigo - ha detto Aretusini - Faremo, quando necessario, opposizione, ma mai distruttiva. Se, però, ci sono scelte che condividiamo e che possano essere importanti e benefiche per la città, le sosterremo. Non saremo mai, per esempio, noi a opporci alla manutenzione puntuale di strade e marciapiedi, da attuare per esempio con un accordo quadro pluriennale con imprese che garantiscano la chiusura delle buche 24 ore su 24, o piccole e celeri riparazioni degli immobili comunali”.

Aretusini ha spiegato che la Lega non avrà pregiudizi verso l’attuale maggioranza di Rovigo: “Siete stati bravi, perché, se così non fosse, oggi ci troveremmo con un altro sindaco, altri assessori, un altro consiglio. Quindi, da parte nostra, nessun pregiudizio, al contrario di quanto avvenuto in questi quattro anni, di quanto voluto da una certa sinistra, che ha rifiutato ogni proposta fatta in quest’aula solo perché formulata da chi, allora, governava la città. Proprio per questo, ci auguriamo che non si mandino a mare i tanti buoni progetti avviati. Speriamo che i nuovi consiglieri – tutti i nuovi consiglieri -  si approccino con apertura e onestà mentale al mandato che ci aspetta”.

Il capogruppo conferma di non avere nessun pregiudizio, ma anche che non farà nessuno sconto: “Se ci sarà bisogno staremo qui, in quest’aula, giorno e notte, tanti giorni e tante notti. La Lega ci sarà e sarà rigorosa, nel battersi per il bene della città. Solo questa sarà la nostra finalità. Non pretendiamo altro. Non chiediamo posti o garanzie. Allo stesso modo, non avanziamo pretese. Scegliamo, di proposito, di non entrare nella lotta per l’elezione di presidente e vicepresidente del consiglio, che già nei giorni immediatamente successivi alle elezioni ha portato a scrivere alcune pagine abbastanza tristi, dal punto di vista politico. Non è questo il nostro scopo e non è questo il nostro modo di lavorare”.

Per questo motivo la Lega si è astenuta nella votazione di presidente e vicepresidente “preferendo, sin da subito, dedicarci ad altri e più costruttivi compiti”.

Articolo di Giovedì 27 Giugno 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it