Condividi la notizia

INAUGURAZIONE SAN MARTINO DI VENEZZE

San Martino saluta la nuova piazza coperta. Forum al nastro augurale

Taglio del nastro sabato 29 giugno per la struttura moderna di 750 metri quadrati voluta dal sindaco Vinicio Piasentini dedicato a mostre ed eventi di vario genere

0
Succede a:

SAN MARTINO DI VENEZZE (Rovigo) - Sarà inaugurato sabato 29 giugno alle 20 in via Marconi il nuovo centro comunale polivalente denominato Forum San Martino.  Si tratta di una vera e propria piazza dove le persone possono incontrarsi nel corso di vari eventi. Questi i numeri che può contenere la struttura: 400 persone con porte chiuse, 560 persone sedute e in piedi con porte aperte, 1.900 persone in piedi con porte aperte, 275 nel caso somministrazione di alimenti e bevande.

Si tratta di un manufatto con una superficie di 750 metri quadrati costituito da una sala principale con palco di 550 metri quadrati, un locale cucina di 180 metri quadrati, bagni e una sala tecnica. Completamente riscaldato e climatizzato con impianto a pompa di calore caldo/freddo che utilizza un moderno sistema vrf (liquido refrigerante a circuito chiuso che consente un notevole risparmio di energia nell’utilizzo). 

L’opera, per essere realizzata, ha richiesto 2 anni (i lavori sono iniziati l’1 giugno 2017) e un investimento di 725mila euro sostenuto in 3 anni; la cifra è stata interamente finanziata dall’amministrazione comunale. 

“L’idea di realizzare una nuova struttura comunale polivalente, a disposizione principalmente della comunità di San Martino di Venezze, ma anche si auspica di altri soggetti pubblici o privati che ne facciano richiesta - dice il sindaco Vinicio Piasentini - è sempre stata uno dei principali obiettivi della mia amministrazione e parte dall’esigenza percepita da tantissimi concittadini, compresi tantissimi giovani, di avere a disposizione uno spazio versatile e funzionale che è sempre mancato nel nostro paese. Un luogo confortevole e completamente attrezzato con le più moderne tecnologie ove poter svolgere manifestazioni ed incontri pubblici o privati di tipo culturale, sociale, didattico e ricreativo (compresi conferenze, spettacoli teatrali, feste, esibizioni musicali, esposizioni d’arte, mostre, eccetera), oltreché idoneo ed in regola con le sempre più stringenti norme sulla sicurezza delle manifestazioni di pubblico spettacolo e di intrattenimento, con le norme igieniche, sulla prevenzione degli incendi e sulla sicurezza anche per la somministrazione di cibi e bevande di interesse generale e/o persone (tipo fiere del paese, feste delle associazioni, feste scolastiche e sportive, feste private, eccetera)”. 

Il primo cittadino spiega che il centro polifunzionale, che si trova nell’area degli impianti sportivi che si è arricchita lo scorso anno con la realizzazione del parco Vallona ha come principale finalità lo sviluppo del benessere della persona, della qualità della vita della comunità e delle promozione culturale e ricreativa nonché della convivenza civile e democratica. “Dovrà essere spazio di incontro, di scambio delle idee, di diffusione della conoscenza, di svago, di divertimento e di sviluppo positivo delle migliori e più autentiche relazioni umane. Abbiamo lottato duramente per riuscire a recuperare innanzitutto le risorse economiche necessarie, ma anche per portare a compimento l’opera in tempi ragionevolmente brevi”. Vinicio Piasentini afferma che si tratta di un edificio al tempo stesso completo e complesso ma realizzato nell’ottica prioritaria del contenimento dei costi. “Volevamo tutto spendendo poco, come fanno tutte le famiglie e le persone e, mettendo a dura prova i nostri progettisti e i nostri uffici, penso ci siamo ampiamente riusciti”. 

Il programma prevede alle 20 l’esecuzione dell’inno d’Italia eseguito dalla filarmonica Vincenzo Bellini di Rosolina; seguirà la benedizione del parroco don Giuliano Zattarin, la scopertura della targa e il taglio del nastro alla presenza delle autorità civili, religiose e militari. Alle 20.15 ci saranno gli interventi istituzionali e a seguire un piccolo buffet. 

Alle 21 ci sarà il concerto della banda diretta dal maestro Patrizio Marchiori. 

Articolo di Venerdì 28 Giugno 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it