Condividi la notizia

POLITICA ROVIGO

Rossini sfida Gambardella: “Voglio essere io il capogruppo”

Il consigliere della lista civica Monica Gambardella sindaco sta chiedendo vari pareri tecnico legali per legittimare il ruolo che non ha, ma il risultato rimane negativo

0
Succede a:
ROVIGO – Vera e propria sfida aperta per il posto di capogruppo tra le fila della lista civica Monica Gambardella Sindaco con Antonio Rossini che non vuole rassegnarsi a fare il gregario della candidata sindaco risultata sconfitta sul filo di lana da Edoardo Gaffeo. L'ex candidata prima cittadina del centrodestra aveva infatti scelto di entrare, come sindaco non eletto, nella lista che porta il suo nome e di esserne il capogruppo (LEGGI ARTICOLO). Tale scelta, però, sarebbe stata mal digerita dalla altra metà del proprio gruppo consiliare, ovvero il consigliere eletto, Antonio Rossini, che con 492 preferenze avrebbe voluto contare di più.
Per questo motivo Rossini, che si è visto "scippare" anche il ruolo di consigliere anziano non si è arreso e sta richiedendo vari pareri in Comune. “I miei consulenti legali e il Comune di Rovigo stesso – ha detto la diretta interessata, Monica Gambardella – danno la stessa interpretazione univoca. Tutto può essere nella vita, ma al momento non ci sono variazioni di sorta”.

Certamente la situazione appare comunque paradossale. “E' un po' difficile che io non possa essere capogruppo della civica che porta il mio nome – sdrammatizza la Gambardella – Anche volendo guardare i numeri io ho preso 10.210 voti e non c'è storia. Inutile guardare le preferenze del primo turno, guardiamo piuttosto quelle nominative che ho avuto al ballottaggio”. La capogruppo punta quindi a lasciar perdere le polemiche e a concentrare invece le proprie energie sul bene della città.


Rimane però il fatto che Rossini (assieme a Moretto di Fratelli d'Italia) abbia dato il proprio voto favorevole per l'elezione di Nadia Romeo alla presidenza del consiglio, mentre il resto della minoranza si è astenuta. Primo segnale politico?
Secondo Monica Gambardella la scelta è stata più tecnica che altro: “La maggioranza ha i numeri, non ha bisogno del voto di Rossini. Stiamo a vedere come si comporterà su posizioni di scelte per la città. Adesso il suo ultimo voto per la Romeo non ha valenza, ma più avanti lo metterò alla prova”.

Tra una richiesta di parere e l'altra, nel mentre, i capigruppo si sono riuniti nel pomeriggio di 4 luglio a Palazzo Nodari ed hanno deciso che il prossimo consiglio comunale si terrà il 15 luglio.
Anticipati anche i punti all'ordine del giorno di quello che sarà il secondo consiglio comunale dell'amministrazione Gaffeo: linee programmatiche del sindaco, mozioni ed interrogazioni.
Articolo di Giovedì 4 Luglio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it