Condividi la notizia

DELTA DEL PO ROSOLINA (ROVIGO)

Seppellita l’ascia di guerra in consiglio. Due proposte di Pako Massaro sono accolte 

Il mondo della pesca sia professionale che sportiva ha bisogno di interventi strutturali. Il consigliere di opposizione della Lega porta due interventi che potrebbero trovare il finanziamento dalla Regione Veneto 

0
Succede a:

ROSOLINA (ROVIGO) - La marineria di Rosolina e Porto Viro dopo il maltempo di ottobre dello scorso anno si è accorta di essere più fragile del previsto. Lo afferma Pako Massaro, consigliere della Lega di Rosolina oltre he commissario del Basso Polesine, che propone due soluzioni per la pesca. "Le mareggiate di ottobre hanno sottolineato quanto gli allevamenti della bocca di Porto Levante possono essere in balia del moto ondoso. Ma non solo questo, anche la zona di Moceniga ha messo in luce un suo “tallone di Achille” nell’ultima massicciata a nord delle cavane dei pescatori, punto in cui le onde passano le barriere e vanno ad impattare le rive danneggiandole". 

Per questi motivi Massaro, dopo aver raccolto le istanze dei pescatori, all’ultimo consiglio comunale ha presentato la proposta di utilizzare i fondi messi a disposizione dalla Regione Vento per gli eventi calamitosi dello scorso ottobre per rinforzare la massicciata di Moceniga. Inoltre visto che i lavori devono essere fatti ha proposto al consiglio comunale di presentare una variante per poter caratterizzare quella zona per la pesca sportiva con un pontile ad hoc, così da non dover “infilare temporaneamente i pescatori sportivi nei posti di quelli professionali”. 

"A parte l’appunto del vicesindaco, - spiega Massaro - ci si è lasciati in consiglio con la proposta di valutare se ci fossero state richieste dal mondo della pesca sportiva; io attualmente ho già raccolto più di 50 richieste".

Sempre legati alla pesca Pako Massaro si è fatto portavoce di alcuni punti che verranno a breve portati in discussione in un tavolo pesca ad hoc. "Per quanto riguarda la i terreni coltivati della bocca di Porto Levante, troppo esposti al moto ondoso che spesso danneggia la prodizione di vongole dei terreni e che impedisce la formazione naturale di seme, abbiamo visto con i pescatori e con il genio civile, oltre che con gli altri enti preposti, che una soluzione al problema potrebbe essere l’innalzamento dei pennelli che già sono presenti così da fermare il moto ondoso, permettendo un miglior deflusso delle acque con un mantenimento dei parametri ottimali dei fondali". 

"Tutto questo è possibile dal momento in cui ho portato a conoscenza della disponibilità delle somme da parte della Regione Veneto, dato che fino a quel punto era sconosciuto all’amministrazione” spiega Massaro il cui momento finale presenta delle novità:

"Posso dire che non ho trovato, come in passato, ostruzione da parte della maggioranza vitaliana, a parte qualcuno. Ciò voglio intenderlo come un seppellimento dell’ascia di guerra e che finalmente si possa pensare prima ai cittadini e alle aziende di Rosolina e non solo ai propri interessi politici”.

Articolo di Venerdì 12 Luglio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it