Condividi la notizia

AMBIENTE ADRIA

Adria: spariti 80 alberi in località Amolaretta

Massimo Bobo Barbujani: “La città perde un boschetto, l'amministrazione comunale ha perso”

0
Succede a:
Adria (Rovigo) - Dove sono finiti gli ottanta dei cento alberi piantati a novembre 2017 al parco Amolaretta di Adria? Questa l’interrogazione che il consigliere Massimo Bobo Barbujani ha presentato all’amministrazione comunale. “Il 18 novembre 2017, in occasione della “Giornata nazionale degli alberi” la giunta comunale da me presieduta - spiega proprio l’ex sindaco di Adria - organizzò una cerimonia in parco Amolaretta. A questa manifestazione di alto valore ambientale, sociale ed educativa parteciparono alcune classi degli istituti comprensivi di Adria, diverse associazioni ambientalistiche locali e rappresentati dell’associazione “Amici del tartufo Polesano”.

L'ex sindaco specifica: “Nell’occasione furono piantati un centinaio di alberelli, dei quali una sessantina micronizzati, cioè trattati in modo tale da rendere possibile, nelle loro radici, la crescita del tartufo; gli stessi alberi infatti sono stati offerti dalla stessa associazione degli amici del tartufo ed il costo è stato di circa 15 - 20 euro ad esemplare”. Proseguendo in seguito: “A distanza di poco più di un anno si constata, con grande amarezza, che gli alberelli rimasti sono solamente 5 a ridosso del campetto di calcio, 4 in prossimità della nuova pista ciclabile e 11 vicino alla curva della porta vinciana”. Successivamente il consigliere di minoranza Barbujani racconta: “Rattrista che l’attuale amministrazione Barbierato, portatrice in campagna elettorale di una particolare attenzione e sensibilità nei confronti della difesa e della cura del verde, della sensibilizzazione dei “giovani cittadini” alle tematiche ecologiche e ambientali, non abbia segnalato la mancanza di ben 80 piante e non abbia ritenuto individuarne le cause e le eventuali responsabilità”.

Furto? Errore di manutenzione?”. Concludendo: “Par strano inoltre che tutto questo sia accaduto proprio nella zona davanti all’abitazione di un consigliere di maggioranza molto attivo proprio per questo tema, visto che ha sempre cercato di dare soluzioni per questa zona”. Lo stesso consigliere Barbujani ha contattato il presidente degli amici del tartufo Enrico Vicentini per renderlo partecipe di questa notizia e lo stesso si è dichiarato amareggiato per il terribile accaduto. “Le cento piante donate insegnano che la gente ha vinto. La città perde un futuro boschetto, l’amministrazione Barbierato ha perso”.  
Articolo di Venerdì 12 Luglio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it