Condividi la notizia

SICUREZZA

“Più sicuri insieme” arriva a Lendinara

L’iniziativa di Confartigianato e prefettura coglie nel segno: decine di persone segnalano un tentativo di truffa da parte di finti tecnici Enel

0
Succede a:

LENDINARA (Rovigo) - Confartigianato e prefettura unite per prevenire le truffe anche a Lendinara. Nella mattinata di sabato 13 luglio, dopo l’iniziativa che si è svolta a Rovigo lo scorso 9 luglio (LEGGI ARTICOLO), “Più sicuri insieme” è arrivata in piazza Risorgimento. 

“Il progetto - spiega Andrea Trombin, segretario generale di Confartigianato Polesine - è frutto di una collaborazione tra Confartigianato - Anap e ministero dell’Interno; a ricaduta le prefetture hanno accolto questa sottoscrizione e hanno messo attorno al tavolo carabinieri, guardia di finanza e polizia di Stato”. Dai dati che emergono dalla prefettura, Trombin fa notare come le truffe sono in crescita anche nella provincia di Rovigo e, proprio per questo motivo sono state scelte tre piazze importanti come quella di Rovigo, Lendinara ed Adria (sabato 20 luglio) in cui informare tramite dei volantini, quali accorgimenti adottare se si presume di essere davanti ad un truffatore o a finti tecnici di luce, acqua, gas. “Abbiamo avuto la collaborazione attiva delle forze dell’ordine che si sono rapportate con la popolazione più anziana. Non solo: ci siamo accorti che sono venute anche persone giovani, magari i figli di quegli anziani che sono stati avvicinati da truffatori”.

Il segretario di Confartigianato Polesine fa sapere che proprio nella giornata in cui si è tenuta l’iniziativa, sono arrivate decine di segnalazioni su finti tecnici dell’Enel che, anche telefonicamente, approfittando forse del maltempo che ha causato problemi alle linee elettriche, hanno cercato di estorcere informazioni provando a far cambiare le utenze alle persone oppure chiedendo incontri a domicilio. 

“Abbiamo dirottato tutti verso le forze dell’ordine che hanno raccolto le segnalazioni e che faranno le opportune verifiche - dice Trombin - a supporto, nel dare informazioni alla popolazione, c’erano anche i volontari della Croce verde di Adria: il volontariato è vicino a queste istanze e ha sposato questa causa”.  

L’ultimo appuntamento è fissato per sabato 20 luglio dalle 9 alle 12 in largo Mazzini ad Adria.  

Articolo di Sabato 13 Luglio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it