Condividi la notizia

MOTORI ADRIA (ROVIGO)

La coppia italo-spagnola riprende il comando della classifica

Costa-Altoè (Lamborghini Emil Frey) vincono al Red Bull Ring in Austria e tornano leader in campionato

0
Succede a:

SPIELBERG (AUSTRIA) - Albert Costa e il polesano Giacomo Altoè hanno conquistato la seconda vittoria dell'anno nella prima gara al Red Bull Ring, regalando alle Lamborghini di Emil Frey Racing il quinto successo dell'anno. Inoltre, la coppia italo-spagnola riprende il comando della classifica, anche se di soli 2 punti.

Sabato 13 luglio Costa-Altoè hanno battuto la BMW M6 del Senkyr Motorsport di Breitske Visser-Richard Gonda, nel ritorno della squadra ceca nella serie, e la McLaren 720S Teo Martín Motorsport di Martin Kodrić-Henrique Chaves, ora scesi al secondo posto in classifica ma sempre perfettamente in lizza per il titolo.

Frederick Schandorff e il nuovo arrivato Tuomas Tujula hanno dato al Vincenzo Sospiri Racing il suo primo successo stagionale in Pro-Am, con la Lambo che ha battuto la McLaren Teo Martín di Marcelo Hahn-Allam Khodair e l'altra Huracan di Jiatong Liang-Raffaele Giammaria (Raton by Target ).

In Am, i leader di classifica Alexander Hrachowina e Martin Konrad (HTP Motorsport) non hanno lasciato nulla agli avversari davanti al pubblico di casa, siglando un quinto successo davanti alle altre due Mercedes dell’Antonelli Motorsport, guidate da Davide Roda e Giuseppe Cipriani.

La gara - Al via, Saravia parte bene dalla pole davanti alle Lambo di Costa e Grenier, mentre Kodric ha una brutta partenza dalla prima fila, lasciando passare anche Crestani e Gonda. Il croato si riprende il quinto posto alla fine del primo giro. Wilkinson guida il secondo gruppo davanti a Hahn, Konrad (che conduce in Am) e Tujula, il nuovo pilota della VSR.

Le posizioni di testa rimangono stabili e con distacchi ristretti nelle fasi iniziali. Crestani riceve un drive-through per una violazione alla procedura di partenza, mentre Hahn riceve 5 secondi di penalità per un contatto con Onidi. Al 18 ° giro, prima che si apra la finestra per il cambio piloti, Saravia, Costa, Grenier, Kodric e Gonda sono sempre racchiusi in 7 secondi, mentre le due Huracan Lazarus di Onidi e De Marco combattono duro, sportellandosi alla prima curva e finendo entrambe in testacoda. Dieci secondi di penaltà vengono inflitti a Grenier per un ingresso in corsia box pericoloso.

Dopo  tutti i cambi pilota, Altoè guida con 7 secondi su Visser e 12 su Rueda. Chaves è quarto davanti a Siedler, Adam, Schandorff e Zampieri (che poco dopo si ferma ai box per problemi ai freni) mentre Hrachowina è il leader di Am. Mentre Altoè aumenta leggermente il suo vantaggio, l'attenzione è rivolta al duello di famiglia fra le McLaren, con Chaves che rimonta su Rueda e lo supera al 42esimo giro. Il portoghese tenta l’assalto al secondo posto, che la Visser difende bene sino alla bandiera  a scacchi.

 

Articolo di Domenica 14 Luglio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it