Condividi la notizia

CONSIGLIO COMUNALE ROVIGO

Consiglio comunale 2.0, torna il voto elettronico

Piccola rivoluzione nella seduta consiliare del 15 luglio a Rovigo dove i consiglieri hanno sperimentato per la prima volta dopo 16 anni il voto senza alzata di mano ma attraverso una pulsantiera

0
Succede a:

ROVIGO - Nel consiglio comunale è tornato il voto elettronico. Piccola rivoluzione nella seduta del 15 luglio in cui i consiglieri hanno sperimentato, pur con qualche difficoltà e piccole incomprensioni (LEGGI ARTICOLO) il voto non più con alzata di mano ma premendo un bottone.

“E’ dal 2003 che non entrava in funzione - racconta la presidente del consiglio, Nadia Romeo - e ho voluto capire a cosa fosse dovuto, visto che per installare tutto l’apparato sono stati spesi all'epoca dei soldi pubblici”. Dopo aver avviato una piccola “indagine” tra gli uffici, aver scoperto che erano necessarie delle piccole chiavi per far entrare in funzione il tutto e averle recuperate, si è riusciti a far entrare in funzione il meccanismo. “Desidero ringraziare As2 per la collaborazione - ha detto la Romeo - ma anche Mirko Ceron, Giordano Sattin, Mattia Piva e Pino Tumeo per la collaborazione che hanno fornito”. 

La parte più difficile, all’inizio, è stata la spiegazione del funzionamento. I consiglieri devono infatti prima inserire fisicamente la chiave di accesso attraverso cui registrare la propria presenza in aula.

Fatto ciò potranno esprimere il voto favorevole premendo ‘yes’ sulla pulsantiera, contrario premendo ‘no’ o di astensione premendo ‘abst’. Dopo il voto delle linee programmatiche del sindaco, Giorgio Osti della lista civica Con Edoardo Gaffeo, credendo si trattasse di una prova ha corretto il proprio voto, mentre Monica Gambardella per un disguido ha votato a favore dell’immediata esecutività. Incidenti che possono capitare la prima volta. Nadia Romeo comunque non ha dubbi: “Abbiamo preso tutti gli accorgimenti affinché non ci siano i cosiddetti ‘pianisti’ che si sono visti a Roma (coloro che votano anche per il collega assente dall'aula in quel momento, ndr). Le chiavi saranno ritirate all’uscita e i nomi dei votanti e il voto espresso compariranno anche a video nel corso del consiglio. In questo modo si renderà più semplice e trasparente l’operazione di voto”.  

Articolo di Martedì 16 Luglio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it