Condividi la notizia

CONSIGLIO COMUNALE ROVIGO

Per il presidente Romeo le foto si fanno solo per finta

Nadia Romeo non gradisce la presenza dei fotografi durante il consiglio comunale di Rovigo. La proposta è quella di fare 15 minuti di ritratti in posa prima di ogni assemblea, stile fotoromanzo

0
Succede a:

ROVIGO - Non cede di un punto il presidente del consiglio Nadia Romeo, anzi alza le barricate e confina i fotografi dei quotidiani fuori dal recinto.

Una proposta che sta valutando, e che ha inorridito tutti professionisti che da anni seguono le cronache locali di Palazzo Nodari, la casa di tutti i cittadini di Rovigo. E' quella di cominciare il consiglio comunale quindici minuti dopo per consentire ai professionisti dell’informazione di scattare delle foto in posa, oppure delle finte istantanee di interventi dei singoli consiglieri. Questa non è cronaca, è fiction, stile fotoromanzo.

Nadia Romeo ha incontrato i cronisti martedì 16 luglio, secondo il presidente del consiglio arrecano disturbo, per questo dopo mezz’ora sono stati gentilmente allontanati dall’interno del recinto. Nel momento in cui è stato chiesto di uscire ai fotografi dei quotidiani uno solo era in piedi davanti alla giunta, una collega stava inviando con il computer portatile le foto al giornale, un terzo si era momentaneamente seduto su un posto libero (ma non assegnato), in ultima fila in attesa di rialzarsi in attesa dell’intervento del consigliere successivo.

Fotografi che arrecano disturbo anche al numeroso pubblico, quarantatré persone tra giornalisti (almeno sette), agenti della Polizia di stato in borghese, della Polizia Locale del comandante Giovanni Tesoro, esponenti politici di diverse posizioni politiche, tra cui l’ex presidente del consiglio comunale Paolo Avezzù, l’ex assessore Gianni Saccardin e Fabio Osti che ha sostenuto con successo la candidatura di Edoardo Gaffeo sindaco. Nella “partecipata” assemblea comunale ben sette erano in “piccionaia”. 

Clamorosamente assenti alcuni assessori nella prima mezz’ora, ovvero nel tempo concesso, e sul diritto di cronaca ci sarebbe da discutere a lungo, perchè le foto e le riprese video ne sono parte integrante. Un giorno importante per la amministrazione del sindaco Edoardo Gaffeo che presentava il programma di Governo, un secondo consiglio comunale importante anche per i giornali che approfittano delle prime sedute per avere il maggiore materiale possibile per poi farvi ritorno durante qualche seduta invernale per rinfrescare l’archivio fotografico.

Sarebbe stato utile chiedere a qualche collega prima di avventurarsi in tunnel che solleticano solo malintesi. 

Con presidente del consiglio Paolo Avezzù (Giunta Piva e Bergamin) si ricorda un solo legittimo richiamo ad un fotografo, che al momento di una votazione, impediva la “conta”. Ma questo problema è stato abbondantemente risolto con la votazione elettronica (LEGGI ARTICOLO).

Quindi?

Quindi è molto semplice, il presidente del consiglio comunale detta le regole, fotografi tutti barricati fuori dal recinto in mezzo al pubblico, i consiglieri se vorranno una bella foto mentre parlano al sindaco, dovranno necessariamente voltare le spalle alla Giunta (e non è carino), oppure potranno guardare in alto verso la piccionaia. In alternativa, ed abbiamo già provveduto scherzosamente a richiederlo, potrebbero farsi dei selfie mentre leggono l’intervento o presentano una interrogazione, ci hanno risposto che quando è stato il loro turno non c’era nemmeno un fotografo (maggioranza inclusa).

Esistono altre due alternative per i fotografi dei giornali, si potrebbe abbattere il muro che delimita il consiglio comunale, oppure semplicemente restare a casa in attesa della prossima campagna elettorale.

In altri Comuni (compresi i capoluoghi di provincia di altre regioni) questo problema non c’è, semplicemente perchè i consigli comunali sono strutturati con spazi diversi, o perchè nessuno se lo è mai posto facendo lavorare i cronisti come hanno sempre fatto cercando di farlo, senza disturbare troppo, e raccontando con le immagini quanto avviene in consiglio comunale.  

Articolo di Martedì 16 Luglio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it