Condividi la notizia

STRADA PROVINCIALE

Sauro Buoso: “Daniele Cordone, sulla Piacentina, ha sbagliato bersaglio”

L’assessore ai Lavori pubblici di Fiesso Umbertiano risponde al segretario locale di Fratelli d’Italia invitandolo e rivolgersi al Comune di Occhiobello per quanto riguarda il dissesto della strada Provinciale

0
Succede a:

FIESSO UMBERTIANO (Rovigo) - “Sento il dovere di rispondere a Daniele Cordone perché sulla stampa locale, pur sottolineando un problema di viabilità che è reale ed è in peggioramento, ha tirato in ballo il sottoscritto senza giusta causa”. A parlare è l’assessore ai Lavori pubblici di Fiesso Umbertiano, Sauro Buoso che vuole fare alcune precisazioni circa le questioni sulla viabilità che erano state sollevate dall’esponente locale di Fratelli d’Italia (LEGGI ARTICOLO)

“Ho seguito i suoi articoli sulla provinciale Piacentina - dice l’assessore - dove, con giuste osservazioni, poneva all’attenzione del presidente della Provincia e del sottoscritto sulla  criticità della Provinciale diventata negli anni una importante arteria di collegamento con la Traspolesana ed il casello autostradale di Villamarzana (LEGGI ARTICOLO). Per quello che mi riguarda, il tratto di competenza di Fiesso Umbertiano è bene ricordare che si interrompe un po’ prima del cavalcavia autostradale; quando si sono avuti problemi di manutenzione nel tratto di competenza di Fiesso, la Provincia ha sempre collaborato celermente effettuando gli interventi di manutenzione stradale”. 

Buoso si dice stupito dell’intervento di Cordone: “Non capisco come Cordone possa rivolgersi al sottoscritto quando le competenze comunali del dissesto della Provinciale Piacentina ricadono prima sulla Provincia, poi, nella sfera di competenza del comune di Occhiobello. Voglio credere che Cordone abbia avuto una superficiale distrazione nel non coinvolgere le istituzioni di Occhiobello prima di tirare in ballo Fiesso. Sono altresì convinto che, animato dalle più buone intenzioni, se ha in animo di contribuire ad istituire un tavolo di confronto tra comuni, Provincia ed altri enti per tentare la soluzione al problema, ha sbagliato nei contenuti e nel metodo: il sindaco Coizzi di Occhiobello e l’assessore ai Lavori pubblici Fuso, interpellate sulla questione, hanno ammesso di non essersi  mai confrontate con Cordone sul problema Piacentina”. 

L’assessore ai Lavori pubblici di Fiesso dice comunque di essere pronto e a disposizione per cercare qualsiasi soluzione che risolva il problema ma senza prevaricazioni e screzi istituzionali. “Correttezza imporrebbe - spiega Buoso - quando ne ricorrono le condizioni, che Cordone si rivolgesse prima e direttamente all’assessore Fuso ed al sindaco Occhiobello e solo dopo aver incassato la disponibilità a perorare la soluzione del problema ( che sono certo non mancherà ), chiedere di coinvolgere i comuni limitrofi per far squadra, quindi non solo Fiesso ma anche Pincara, Stienta e Canaro. Chiudo, senza voler polemizzare o creare dissidi istituzionali tra comuni limitrofi, dicendo che è buona regola e buona educazione istituzionale rivolgersi prima  a chi detiene le competenze sul problema e una volta istituito il tavolo di confronto, Occhiobello sarà comune capofila per il coordinamento.…Una buona pratica per le relazioni sociali tra istituzioni”.

“L’assessore Buoso non è stato attaccato - replica Daniele Cordone segretario di Fratelli d’Italia - la mia non è stata superficialità o una distrazione, ma una richiesta di intervento congiunto per il bene di chi percorre quella strada e soprattutto per i flessesi che sono andati alle urne a votare. Le mie intenzioni erano di inclusione, l’invito non era per uno scontro, ma per un mero segnale di aiuto. Non sono d’accordo che la competenza resti solo ad Occhiobello, la prossima volta mi rivolgerò direttamente al Sindaco visto che dell’assessore ai Lavori pubblici non ho avuto risposte soddisfacenti”.

Articolo di Mercoledì 17 Luglio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it