Condividi la notizia

RUGBY GIOVANILE

La svolta di Zambelli per un Polesine ovale più forte

Franchigia Under 18 con Rovigo, Badia e Frassinelle, due squadre di cui una nel campionato Elite che giocherà nel campo 1 dello stadio Battaglini. Nasce un progetto ambizioso

0
Succede a:

ROVIGO - Un progetto ambizioso, meglio una categoria Elite più forte che due zoppicanti. L’unione fa la forza, e il sostegno nel rugby è tutto. Badia contiene l’emorragia della FemiCz Rovigo che aveva già visto fuggire alcuni ragazzi, ne nasce un accordo a cui hanno aderito la bellezza del 95 per cento dei ragazzi e delle rispettive famiglie (non tutte condividono la scelta LEGGI ARTICOLO).
Mercoledì 31 luglio verrà presentato l’intero staff tecnico ed il programma agli atleti.

Il progetto riguarda l’Under 18, quella della FemiCz Rovigo nell’ultima stagione è stata gestita dalla Monti Junior Rovigo che cura il settore giovanile rossoblù, ma il patron Francesco Zambelli ha più volte manifestato la volontà di riprendersela, visto che i ragazzi sono tesserati con la società “madre”, la Rugby Rovigo Delta che milita nel massimo campionato italiano.

Schermaglie tra le due società, una convenzione firmata lo scorso anno pone la Monti Junior con una sorta di diritto di prelazione sulla formazione dei ragazzi, ma Zambelli rivendica l’Under 18 disconoscendo di fatto un atto firmato dal suo predecessore.

La contromossa nelle ultime ore, La Borsari Badia che milita in Serie A, e che ha instaurato un rapporto di collaborazione con la FemiCz Rovigo di Umberto Casellato, ha recentemente conquistato il campionato Elite con l’Under 18, lo stesso dei giovani rossoblù.

Meglio una Under 18 competitiva che due di mezza classifica, di qui l’idea di unire le forze iscrivendo una unica formazione nel campionato Nazionale. ed una seconda in quello regionale-territoriale. Unione che porta ad allestire una rosa di 60 ragazzi (che potranno giocare sia nella prima, che nella seconda). Franchigia Polesine più forte con Rovigo e Frassinelle, anche se gli atleti saranno tutti tesserati con la Borsari Badia (almeno per questo anno). Tutti gli atleti potranno giocarsi il posto in squadra in Elite, si alleneranno prevalentemente allo stadio Battaglini sotto la supervisione di coach Umberto Casellato (Rovigo) e Alessandro Lodi (Badia).

Tecnici dell’Under 18 che saranno Younes Anouer, Ettore Boarato e Luca Bonini, con il supporto di assoluto spessore di Jacques Momberg eroe dello scudetto del 2016, Guido Barion e Diego Antl, Uno staff tecnico di tutto rispetto che guarda al futuro, un’idea di gioco comune, e dall’anno prossimo gli atleti ritorneranno tesserati con la Rugby Rovigo Delta. Almeno queste sono le intenzioni di fondo, dal punto di vista regolamentare non ci sono i tempi tecnici per fare qualcosa di diverso per unire i due gruppi di giocatori.

Una maxi rosa di giovani atleti, i migliori del Polesine. Un progetto fortemente voluto dalle società che ha visto in Francesco Zambelli attore principale dell’operazione, ma sui cui ha lavorato molto anche l’ex rossoblù Davide Breviglieri a cui si è aggiunto negli ultimi giorni anche il nuovo direttore generale Roberto Roversi, oltre ovviamente ai vertici di Badia e Frassinelle.

Una svolta improvvisa dopo le dichiarazione del presidente Zambelli, accelerazione del progetto di condivisione che tra Rovigo, Badia e Frassinelle che era nell’aria da tempo, ma non si è mai concretizzato per una serie di intoppi. Le partite delle due squadre si giocheranno allo stadio Battaglini nel campo più prestigioso, ovvero il centrale, a Badia e Frassinelle. 

Staff di prim’ordine anche per quanto concerne la preparazione atletica con 2 Athos Ferron ed Emanuele Leccioli, due fisioterapisti e l’intero staff medico della FemiCz Rovigo.

Giorgio Achilli

 

Articolo di Sabato 27 Luglio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it